spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus, Allegri-Agnelli: ecco i temi del confronto

Juventus, Allegri-Agnelli: ecco i temi del confronto

-

Stavolta ci siamo. A meno di improbabili slittamenti, nella serata di oggi, come riporta La Gazzetta dello Sport, Massimiliano Allegri incontrerà Andrea Agnelli. Tecnico e presidente dovranno decidere se continuare insieme dopo 5 stagioni e 11 trofei già conquistati o se prende strade diverse. Le questioni sul tavolo saranno molte, a partire dalla durata del contratto fino al mercato, passando per il tema infortuni. Vediamole.

 

Durata contratto e ritocco ingaggio

Allegri, in caso di permanenza, vorrebbe un prolungamento triennale per poter consolidare anche a medio termine il suo progetto di Juve e per poter far capire ai giocatori che è ancora lui il condottiero senza se e senza ma. Insomma, vuole che gli venga dato potere anche per gestire i giocatori che probabilmente sarebbero più distanti se sapessero con certezza che la prossima sarà l’ultima stagione con questo tecnico. Anche Agnelli preferirebbe evitare di iniziare la stagione senza il rinnovo dell’allenatore, ma la durata andrà discussa. Inoltre, l’ex tecnico del Milan chiede un ritocco dell’ingaggio. Risultati alla mano, è considerato uno dei migliori allenatori d’Europa e punta a un trattamento economico che ne riconosca lo status: il tecnico chiede uno stipendio da 10 milioni netti a stagione.

 

Mercato

La Juventus 2019/20 sarà una squadra diversa da quella che ha appena vinto il quinto scudetto consecutivo. Andranno subito individuate le cessioni per finanziare gli acquisti. Cancelo (City) e Dybala i primi indiziati a partite, anche se Agnelli non vuole svendere l’argentino. Allegri vuole più qualità e fisicità per la sua nuova Juve. Pjanic, se dovesse arrivare un’offerta monstre, potrà partire, ma in quel caso andrà innalzata la qualità delle mezze ali. E si prevede, poi, il ritorno al trequartista. Di sicuro gli acquisti non si fermeranno al solo Ramsey.

 

Infortuni e gestione dell’ambiente

Come ammesso candidamente dall’allenatore bianconero, la Juventus è arrivata al momento chiave della stagione con troppi infortunati. Andrà affrontato il tema della preparazione atletica per eventualmente modificarla il prossimo anno. Infine, l’argomento tifosi: ad Allegri non sono bastati 11 trofei in 5 anni per entrare definitivamente nel cuore del popolo bianconero, che spesso lo critica per il gioco espresso. Ecco, il tecnico, specie nell’ultimo periodo, avrebbe gradito maggiore vicinanza da parte della società e anche l’ostentazione dell’obiettivo Champions lo ha lasciato perplesso, quasi fosse un dovere. Vorrebbe essere più protetto anche per togliere un po’ di pressione alla squadra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Torino su Schuurs: trattativa vicina alla conclusione

0
TORINO SU SCHUURS - Dopo quasi tre settimane dalla sua cessione alla Juventus, il Torino sarebbe molto vicino a trovare il sostituto di Bremer. Si...