Conferenza Ancelotti Napoli Salisburgo 2 – 3.

23.24 – Ancelotti: “Lozano sta migliorando nel fare l’attaccante? Se devo pensare ad oggi, m’è piaciuto molto. I due attaccanti hanno eseguito perfettamente il compito assegnato, il movimento che ha fatto è stato utile allo stesso livello di Mertens. Dries ha segnato due gol fantastici, ma Hirving ha fatto un lavoro perfetto e secondo me può giocare centrale senza discussioni”

Conferenza Ancelotti Napoli Salisburgo

23.23 – Ancelotti: “Insigne più centrale? In queste ultime due partite in fase difensiva ha fatto coppia con l’attaccante, in possesso palla gioca più sul centrosinistra. Non avendo il terzino sinistro che spinge, teniamo Lorenzo più centrale. La differenza è nella testa, non nella strategia”

23.22 – Ancelotti: “Napoli più furbo del Salisburgo? Partita equilibrata, le squadre sono diverse: esteticamente mi piace molto il loro modo di giocare, non era facile controbatterli ma ce l’abbiamo fatta molto bene”

23.20 – Ancelotti: “La squadra può arrivare avanti con lo spirito di reazione? Dobbiamo dimostrare le qualità che abbiamo, per competere a certi livelli con carattere e personalità puoi dimostrare le qualità in campo. La mia la definirei una squadra più qualità che di carattere”

23.17 – Ancelotti: “Scelte coraggiose di formazione, sento mia la vittoria? Sono più felice di ieri pomeriggio, è chiaro che questo tipo di partite ti danno consapevolezza di ciò che puoi fare se fai le cose per bene e con applicazione. È la vittoria di chi ha giocato di meno, Luperto su tutti: casualmente l’anno scorso ha giocato poco, ma ha dimostrato sicurezza ed applicazione nonchè concentrazione. Può essere la serata della svolta? Luperto è il simbolo della vittoria, si è fatto trovare pronto. Spero sia la gara della svolta, vedremo con la SPAL”

23.16 – Ancelotti: “Cosa di buono m’ha confermato il match e cosa m’ha sorpreso? Abbiamo cercato di difendere un po’ più bassi per cercare il recupero palla, abbiamo allentato un po’ la pressione e ci siamo abbassati ma poi abbiamo gestito meglio. Non ci sono state sorprese, sapevamo di dover soffrire per novanta minuti e la squadra ha fatto ciò che doveva”

23.14 – Ancelotti: “Soddisfazione per la vittoria e per aver vinto dopo anni in trasferta? Questo match ci mette in vantaggio per la qualificazione, che è il nostro obiettivo. Sapevamo la forza del Salisburgo, ce la giocheremo in casa ed abbiamo un piccolo vantaggio. Le difficoltà c’erano tutte, la squadra ha interpretato bene tutte le situazioni”

23.13 – Ancelotti: “L’abbraccio con Insigne? Gli avevo detto che non sapevo quanti minuti avrebbe giocato, ma avrebbe deciso la partita”

23.12 – Ancelotti: “Mi sento un allenatore geniale? Ho messo Lozano e Mertens per fare un gioco più verticale, sapevamo di dover difendere bene perchè loro portano tanti giocatori in avanti. Mettere due rapidi in attacco poteva darci un vantaggio e così è stato. Mertens ha lavorato bene e con idee chiare”

Conferenza Ancelotti Napoli Salisburgo

Finalmente il Napoli è tornato cinico e cattivo. Gli undici di Ancelotti hanno superato a grandi voti questa giornata di Champions League, dando prova che le voci esterne e destabilizzanti non hanno effetto sul cuore e l’amore per questa maglia.

Risultato raggiunto per ben due volte ma i partenopei hanno avuto la forza e il cuore di ribaltarlo per l’ennesima volta.

Mertens supera in classifica marcatori Maradona e ora punta Hamsik. Bellissimo invece l’abbraccio sul 2-3 di Insigne a mister Ancelotti. Il Salisburgo cade in casa dopo ben 3 anni tra partite di campionato e coppe.

Dopo la tempesta c’è sempre il sereno, ora il cielo è azzurro,speriamo resti così il più possibile.

Articolo precedenteInsigne a Sky: “Ero sereno in panchina, ho sbagliato”
Articolo successivoESCLUSIVA EC – Patrascu: “Piacenza nel cuore, ma anche a Padova momenti indimenticabili”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui