Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa con José Callejon in vista della partita di ritorno contro l’Arsenal

12.35 – Ancelotti: “Come arrivare in semifinale in tre parole? Coraggio, intelligenza, cuore. Il coraggio l’ho visto poco nell’andata, soprattutto nella fase iniziale. L’intelligenza, se penso all’andata, c’è stata nella seconda parte di gara: abbiamo giocato in modo rischioso ma andava fatto. Il cuore lo metteremo domani, come l’intensità. Perchè è una grandissima opportunità che dobbiamo cogliere, un atteggiamento mentale positivo e credo che saremo sicuramente aiutati dall’ambiente che sarà straordinario”

12.36 – Callejon: “Sarà difficile domani, sono una grande squadra. Ma lo spogliatoio ha fame e metterà tutto in campo: dobbiamo farlo per noi, per la città, per i tifosi. Ci meritiamo tante cose, speriamo nella partita perfetta”

12.37 – Ancelotti: “Tridente offensivo? Giocare con tre attaccanti è una possibilità. Cosa ci ha insegnato l’Ajax? La partita di ieri ci insegna che la Champions e le partite europee sono imprevedibili: squadre favorite a cui basta un attimo per andare fuori, non hai bisogno di sbagliare un’intera partita. La Juventus non si è fatta trovare pronta nel secondo tempo di ieri ed è andata fuori: questa è la Champions”

12.38 – Callejon: “Cosa ho detto ai miei compagni? Se domani sarò il più vecchio in campo, potrò dare ciò che ho vissuto qui a Napoli. Sabato a Verona ci siamo detti tutto ciò che avevamo in mente: abbiamo parlato tutti nello spogliatoio, abbiamo capito tante cose. Non posso dire quali, ma siamo contenti di ciò che ne è uscito e lo è anche l’allenatore. Speriamo sia stato un bene per domani”

12.39 – Ancelotti: “Fare calcoli in campo? Non se ne fanno, ma la partita la vogliamo far durare novanta minuti e forse anche di più. Dobbiamo essere pronti a tutto, ma non vuol dire che dobbiamo fare gol nei primi 10-15 minuti. Dobbiamo giocare al massimo delle nostre possibilità, con coraggio ed intelligenza: vogliamo tenerla aperta fino all’ultimo minuto. Partita perfida? No, sapevamo che era difficile. Perfida è un brutto aggettivo, è una grande opportunità che abbiamo: siamo l’unica italiana in Europa, speriamo di esserci anche venerdì. Se così non fosse, è solo perchè il risultato ci ha condizionato: il Napoli domani farà una grandissima prestazione, spero possa bastare. Ce la possiamo fare”

12.41 – Ancelotti: “La prima parte dell’andata è stata condizionata dal loro pressing, che ci ha impaurito e non ci ha fatto fare ciò che avevamo preparato. Questa condizione domani non ci sarà, l’ambiente sarà opposto: avremo un appoggio importante da chi è sugli spalti”

12.42 – Ancelotti: “San Paolo esaltante nelle partite europee? Il binomio è di fondamentale importanza, se la squadra non gioca bene lo stadio non riesce ad aiutarti come vorrebbe. Ci vuole una prestazione di alto livello, tutto può diventare possibile”

12.43 – Ancelotti: “Strategia offensiva? Paritta di grande intensità, fatta col maggior equilibrio possibile. Sarà fondamentale”

12.44 – Ancelotti: “Maggiore personalità? Viene attraverso il gioco, di conseguenza aumenta anche la personalità. Il fattore ambientale cambia, mostreremo più coraggio e più personalità”

12.45 – Callejon: “Il gruppo ce la può fare a vincere l’Europa League? Siamo fiduciosi, sappiamo che abbiamo sbagliato il primo tempo dell’andata: siamo tornati a casa con rammarico, non abbiamo fatto bene. Domani abbiamo un’opportunità storica per una partita di altissimo livello, per passare alle semifinali”

12.46 – Ancelotti: “Ajax? Mi sorprende di più il fatto che sia considerata una sorpresa, nessuno li pronosticava alle semifinali: giovani di altissimo valore, sono riusciti ad ottenere questo traguardo. Non credo vinceranno la Champions, magari mi sbaglio (ride, ndr). Mi piace, è un calcio propositivo. Difendono in maniera molto individuale, accettano i duelli e sono bravi: le squadre propositive mi piacciono tutte”

12.47 – Ancelotti: “Arsenal fuori casa? Sappiamo il risultato dell’andata, credo domani sarà una partita diversa: non so come andrà, cercheremo di fare il nostro meglio per cercare di cambiare il nostro stile di gioco rispetto all’andata. Dobbiamo fare meglio, il risultato di 2-0 non è buono ma useremo tutte le nostre energie per cambiarlo. Tifosi? L’atmosfera sarà differente, i tifosi aiutano molto in casa”

12.48 – Ancelotti: “Giocatori contrari al ritiro? Lo ero io, non volevo fermarmi a Verona. I giocatori hanno deciso di fermarsi da Londra a Verona, piuttosto che tornare a Napoli. Ho riflettuto sulla cosa, e abbiamo deciso che forse era più utile rimanere a Verona. Io sono contrario ai ritiri, un giocatore è meglio che stia a casa rispetto al computer o sui social: meglio che stia a casa con i figli”

12.49 – Ancelotti: “Ajax? Occorre metodo, idee, programmazione, siamo tutti sorpresi piacevolmente da questa squadra che ha fatto un ciclo. Questo però non è permesso da queste parti, ma non per le nostre idee: bensì per l’opinione pubblica che chiede solo il risultato”

12.50 – Ancelotti: “Pressione tattica? La gara di Verona ci ha aiutato a toglierci un po’ di scorie accumulate dopo giovedì ed il Genoa. Vincere ci ha aiutato a ricreare un ambiente positivo, necessario per una partita come quella di domani”

12.51 – Ancelotti: “Ragioni per credere nella qualificazione? Penso che domani cercheremo di fare un grande match, con il supporto dei nostri tifosi”

12.52 – Callejon: “Come ho vissuto l’attesa del match? Bisogna riposare bene ed essere concentrati al 100%, può essere una partita storica per il club e per la città. Vogliamo tutti la semifinale, dobbiamo averlo tutti in testa: ci vuole il coraggio giusto contro una squadra forte, ci vuole cuore”

12.53 – Ancelotti: “Il Napoli del futuro ripartirà da Callejon, se lui vuole rimanere è già qualcosa di positivo. Ci sono stati dei colloqui, c’è la volontà mia e della società di continuare per il suo senso di appartenenza, per le sue qualità che sono importanti. Senso d’appartenenza più importante qui che da altre parti: è una delle chiavi dei successi passati di squadre come Barcellona, Milan, Bayern. José quando veste la maglia azzurra sente qualcosa di speciale”

12.54 – Ancelotti: “Difesa? Ho deciso che non devono prendere gol (ride, ndr). Il problema non è sempre legato ai quattro difensori, abbiamo avuto problemi nell’ultima parte col Chievo perchè ci è mancata compattezza: a volte si cerca di pressare in avanti, la difesa non accompagna e si vengono a formare degli spazi. Il miglioramento è legato alla compattezza: è nelle nostre corde il pressing in avanti, ma i reparti devono essere più vicini”

12.55 – Ancelotti: “Lo striscione dei tifosi? Si può pretendere, e dalla squadra pretenderò massima attenzione e concentrazione. Il risultato sportivo? Pur avendo grande attenzione ed applicazione, non si può garantire. Pretendere vuol dire questo, ed io non posso garantire il risultato di domani sera. Pretendo massimo impegno, massima applicazione, massima attenzione. Tutto il resto? Non sono un mago, non posso dire nulla. Il verbo pretendere non mi carica, desidero un risultato: dai miei pretendo massima volontà”

12.57 – Callejon: “Il mio segreto? Il calcio è il mio lavoro, cerco di farlo al 100%. Dal primo all’ultimo giorno a Napoli mi allenerò e giocherò sempre al 100%. Ho avuto la fortuna di essere arrivato qui e giocare sempre, sono contento con ciò che faccio: sono qui da sei anni, ho giocato tante partite e sono contento di ciò che ho fatto e di ciò che farò”

 

Grazie a CalcioNapoli24

Articolo precedenteJuventus, il giorno dopo
Articolo successivoNapoli, Ancelotti a Sky: “La gente ti ferma per strada, daremo tutto contro l’Arsenal. Su Ajax – Juventus…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui