FIORENTINA PEDRO – Pedro Guilherme Abreu dos Santos, meglio noto come Pedro, è praticamente un giocatore della Fiorentina.

L’attaccante classe ’97, attualmente in forza al club brasiliano del Fluminense, da tempo piace al direttore sportivo Pradé; che lo aveva segnalato anche lo scorso anno per l’Udinese.

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, la trattativa si dovrebbe concludere con una operazione definitiva intorno ai 13/14 milioni; con una percentuale sulla futura rivendita garantita del 20% a favore del club di Rio de Janeiro, città di nascita anche del giocatore.

Cresciuto nel Duquecaxiense FC, Pedro ha esordito con il Fluminense nel 2016 a 19 anni. Mentre nel 2018 ha risposto a due convocazioni della nazionale brasiliana per le amichevoli contro El Salvador e Stati Uniti; ma senza mai entrare in campo.

Centravanti vero e proprio, dotato di stazza importante, fiuto del gol, e velocità, Pedro, dovesse adattarsi al calcio italiano, in poco tempo potrebbe diventare il nuovo centravanti titolare della Fiorentina; scalzando dalle gerarchie Boateng e Vlahovic.

Poco tempo fa era stato cercato anche dall’Atalanta per svolgere il ruolo di vice-Zapata.

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Mercato Serie A, tutte le ufficialità delle ultime ore

Torino, UFFICIALE l’arrivo di Diego Laxalt

Inter, Lukaku: “Con il Lecce avevo la pelle d’oca, sulla Champions…”

Cagliari, Pavoletti fermo: previsto un lungo stop

Cagliari, UFFICIALI Simeone e Olsen. I comunicati

Fernando Llorente arriva al Napoli: “Mi hanno trasmesso qualcosa di importante. Vediamo…”

GAZZETTA – Icardi fa causa all’Inter. Ecco le richieste

Juventus, infortunio di Chiellini: probabili 5 mesi di stop?

ESCLUSIVA EC – Padova, dal Pisa arriva Pesenti: trattativa in fase di chiusura

Sorteggi Europa League, ecco i gironi delle italiane

Chievo, Pellissier: “Cantiere aperto, Stepinski non vuole restare ma…”

Di Marzio: Psg e Barcellona stanno chiudendo per Neymar

Udinese mercato: diversi nomi in uscita, mentre in entrata…

Articolo precedenteAtalanta Skrtel rescinde, ora è emergenza in difesa
Articolo successivoNapoli, Koulibaly: “L’autogol fa male, ma siamo forti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui