CLUJ DEAC CAMORA RINNOVI – Il CFR, battendo domani l’Astra in casa, potrebbe portarsi in testa alla classifica, approfittando del mezzo passo falso del FCSB con l’Arges, coronando una rincorsa partita con l’arrivo di Edi Iordanescu sulla panchina degli ardeleni. La conquista del quarto titolo di fila è l’obiettivo principale della stagione, ma la dirigenza del club ardeleno pensa anche al futuro.

Due dei pilastri della squadra, Mario Camora e Ciprian Deac, in scadenza di contratto a giugno 2022, hanno rinnovato fino a 2024. In pratica finiranno la loro carriera militando ben oltre un decennio tra i ferrovieri.

Entrambi trentaquattrenni, mostrano una condizione fisica invidiabile e per il club rappresentano dei punti fermi, imprescindibili, nonostante la volontà di ringiovanire il lotto.

La recente storia di successi di Cluj porta i loro nomi: Deac ha conquistato 11 trofei (5 campionati, 3 coppe di Romania, 3 supercoppe nazionali), Camora 6 (4 campionati, una coppa di Romania e una supercoppa). Il talentuoso centrocampista ha indossato la maglia del CFR 307 volte, 359 le presenze per il capitano.

Deac ha espresso riconoscenza verso il club presso il quale è cresciuto e che l’ha consacrato come uno dei migliori calciatori romeni. “Per me questa squadra rappresenta molto. È la squadra dove ho imparato a vincere trofeo, dove ho capito cosa vuol dire primeggiare, dove mi sono formato come uomo e come calciatore. Devo molto a questo club e lo amo. Voglio ringraziare tutti i fan, so che attraversano un periodo difficile, lontano dalla squadra, lontano dallo stadio“, queste le parole di Deac sul sito ufficiale del CFR.

Entusiasta del rinnovo anche Camora, per il quale Cluj ormai vuol dire casa. “Non immaginavo 10 anni fa, quando sono arrivato in Romania, che in giorno avrei detto che Cluj è la mia casa. I ricordi accumulati in questi anni mi hanno fatto diventare ciò che sono oggi. Sono fiero di essere il capitano della squadra più forte di Romania. Voglio ringraziare la dirigenza per la fiducia accordata. Voglio ringraziare anche i tifosi per questi meravigliosi 10 anni vissuti insieme. Ho nostalgia di loro e spero possano tornare il prima possibile allo stadio“.

Articolo precedenteDennis Man al Parma, siamo ai dettagli. Accettata l’offerta di 12 milioni più 2 di bonus.
Articolo successivoTorino Sanabria ad un passo: incontro Cairo – Giuffrida

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui