Attraverso un comunicato ufficiale, apparso pochi minuti fa, il Brighton ha ufficializzato la rescissione consensuale con Roberto De Zerbi

“Roberto ci ha regalato due eccellenti stagioni, in cui ha portato il club a nuovi traguardi, non ultima la nostra prima stagione europea che vivrà a lungo nella memoria dei tifosi dell’Albion. Abbiamo concordato di comune accordo di risolvere il contratto di Roberto in un momento conveniente per entrambe le parti, consentendoci l’opportunità di pianificare la prossima stagione e dando a Roberto tutto il tempo di considerare la sua prossima mossa e il suo futuro”. Sono questi i termini con i quali il Brighton, società inglese allenata da Roberto De Zerbi, ha comunicato l’ufficialità della separazione tra le parti.

Dopo una stagione, quella in corso, in cui la squadra non è riuscita a replicare lo splendido percorso di quella passata, coincisa con la prima, storica qualificazione all’Europa League, il Brighton e il tecnico si dicono addio con un’ideale stretta di mano. A differenza di quanto espresso dallo stesso ex allenatore del Sassuolo nel corso di una conferenza stampa tenutasi non più tardi di una settimana fa, secondo il quale si erano verificati tutti i presupposti per far sì che il rapporto proseguisse anche in vista della prossima stagione, le parti hanno concordato una rescissione consensuale.

Clamoroso, tra De Zerbi e il Brighton è finita: torna in corsa il Milan?

Ciò, ovviamente, significa che nessuna società interessata al tecnico bresciano dovrà corrispondere la clausola rescissoria prevista in caso di vincono contrattuale con il Brighton, ammontante a circa 13 milioni di euro. Una circostanza più unica che rara, quest’ultima, che potrebbe servire su un piatto d’argento il possibile ingaggio di De Zerbi per l’immediato futuro. Il giovane Mister è stato accostato più volte al Milan e chissà che, quest’improvviso avvicendamento, non possa rimescolare le carte in tavola anche per la situazione relativa alla panchina rossonera.

Articolo precedenteInter, Zhang: “A rischio la stabilità del club. Oaktree…”
Articolo successivoJuventus, Generazione Z al potere: tutti i nomi della nuova linea Motta-Giuntoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui