In diretta a “Taca La Marca”, programma in onda su Radio Musica Television, è intervenuto Bruno Cirillo, procuratore sportivo ed ex difensore di Inter, Reggina e Lecce tra le tante. Bruno Cirillo si è soffermato sullo stato di crisi del calcio e su tanti altri temi.

Ecco quanto emerso.

Il ritorno in campo: “Con tutti i protocolli necessari dobbiamo provare a ripartire; ci possono essere dei contagi durante il percorso, pertanto bisogna capire in che modo intervenire”.

Decurtazioni: “Ho un mio assistito che gioca nella Reggina e il club calabrese ha provveduto a pagare tutte le mensilità; purtroppo per gli altri calciatori il discorso è diverso, ma capisco i presidenti che si ritrovano in seria difficoltà economica.”

Reggina in Serie B: “La Reggina ha fatto un campionato straordinario, ha 9 punti di vantaggio sul Bari e se si dovessero fermare i campionati mi sembra giusto mandare squadre come la compagine calabrese o il Monza in Serie B”.

Tsimikas: “È un profilo importante, parliamo di un giovane e che ha dimostrato tutte le sue qualità. È di prospettiva e gioca in un ruolo dove è difficile trovare elementi validi; si parla molto di Napoli, vediamo in futuro cosa accadrà”.

Il sostituto di Koulibaly: “Se fossi il Napoli terrei Koulibaly, che reputo uno dei difensori più forti in circolazione. Se dovesse arrivare un’offerta irrinunciabile allora bisogna valutare le alternative; per sostituirlo sarà necessario puntare su un giocatore all’altezza del senegalese”.

La favorita nella corsa scudetto: “La sosta è stata lunga e chi metterà più benzina nelle gambe sarà avvantaggiato. Sarà bello ma non facile tornare in campo dopo mesi di inattività; ci saranno tante difficoltà anche sotto il profilo psicologico, ma parliamo di professionisti e questo è il loro lavoro”.

Il centravanti per il Napoli: “Se fossi nel Napoli prenderei Immobile – sottolinea Bruno Cirillo – sarebbe un vero colpo per gli azzurri. Negli ultimi anni è uno dei migliori in circolazione, nella sua Napoli potrebbe realizzare un sogno”.

Il ritorno del Lecce: “Hanno meritato di tornare nella massima categoria; dopo una grande scalata compiuta negli ultimi tre anni, il loro è stato un lavoro impeccabile. In questa stagione il Lecce ha mostrato un calcio propositivo, mettendo in difficoltà le grandi. Allo stato attuale delle cose è in lotta per la salvezza, ha tutte le carte in regola per rimanere in A”.

Lautaro-Barcellona: “Non si discute il suo valore, l’Inter sta iniziando un nuovo percorso con un grande allenatore e con giocatori importanti. Lo tratterei a Milano, deve essere il punto di riferimento della squadra, ma quando arrivano certe proposte è davvero difficile rifiutare”.

Articolo precedenteCastroman: “Arrivai allo scontro con Roberto Mancini, ora è acqua passata. Indimenticabile il gol nel derby. Non avrei scommesso un centesimo su Simone Inzaghi allenatore…”
Articolo successivoMiguel Angel Benitez: “All’Atletico Madrid non sono stato apprezzato. Indimenticabile la rete contro la Nigeria. Potevo finire in Inghilterra, ma grazie a Dio ho ancora la gamba. Su Eto’o, Camacho e Bielsa…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui