Chinedu Ogbenna Osimhen: “Victor l’ho visto nascere, oltre al Wolfsburg lo seguivano anche Arsenal e Milan” – ESCLUSIVA EC

Chinedu Ogbenna Osimhen: “Victor l’ho visto nascere, oltre al Wolfsburg lo seguivano anche Arsenal e Milan” – ESCLUSIVA EC

CHINEDU OGBENNA OSIMHEN – Prosegue senza sosta la trattativa del Napoli per portare nel capoluogo campano Victor Osimhen.

L’attaccante nigeriano classe 1998 lascerà il Lille dopo una sola stagione. Con la maglia dei mastini ha realizzato ben 18 gol in 38 presenze. Il giocatore è in Europa da gennaio 2017, quando i tedeschi del Wolfsburg lo ingaggiarono dall’Ultimate Striker Academy, società sportiva di Lagos.

CHINEDU OGBENNA OSIMHEN – Proprio all’Ultimate Striker Academy il suo allenatore era Chinedu Ogbenna, il quale nello stesso club ricopriva anche un ruolo dirigenziale.

Lo stesso Ogbenna è stato contattato da “Europa Calcio“, al fine di conoscere ancora meglio il sempre più probabile nuovo attaccante azzurro.

Calcisticamente parlando, possiamo dire che Osimhen è una sua creatura. Quando avvenne il vostro primo incontro?

Victor l’ho visto nascere. Abitavamo esattamente nello stesso palazzo a Lagos, ho assistito a tutto il suo percorso di crescita da bambino a ragazzo“.

Come iniziò la sua esperienza all’Ultimate Striker Academy?

Suo padre era un mio carissimo amico. E così quando Victor aveva undici anni mi chiese di portarlo lì, ovviamente con i suoi pari età. In ogni caso, spesso lo vedevo giocare a calcio in strada, e già lì lasciava intravedere delle buone qualità. Arrivò all’Ultimate assieme a Sammy Olorunfemi: erano già grandissimi amici sin dall’infanzia e proprio loro erano i due attaccanti della squadra“.

Pochi anni dopo, Amuneke lo chiamò per i Mondiali Under 17 in Cile. Quale fu la sua reazione?

Fui chiaramente molto felice, inutile dirlo. Per il ragazzo si trattò di uno step molto importante, che aveva dato seguito a tutte le ottime qualità che aveva mostrato con l’Ultimate Striker Academy. Fin dal giorno del suo arrivo fu sempre serio e determinato in quello che faceva, voleva migliorare sempre di più“.

Poi arrivò il Wolfsburg.

Sì, proprio dopo quel Mondiale il Wolfsburg venne da noi con dei suoi scout. E nei mesi successivi osservarono Victor dal vivo. L’intesa definitiva lo trovammo più tardi, e ci accordammo che Osimhen sarebbe rimasto da noi un altro anno. Altri club interessati erano Arsenal, Milan e Anderlecht, ma il Wolfsburg si era mosso prima di tutti.

Fu un peccato poi la sua esperienza in Germania perché da un lato Victor era ancora molto giovane, ma dall’altro la squadra aveva cambiato allenatore. Anche questo è stato un fattore che lo ha penalizzato. Ben più positiva invece l’annata al Charleroi, dove trovò finalmente continuità“.

Osimhen sembra sempre più vicino al Napoli. Cosa pensa della destinazione partenopea?

Il calcio italiano, soprattutto all’inizio, non è facile per nessuno, specie se provieni da un altro campionato. Oltre al discorso economico, sarà per lui importante banco di prova. Ma la cosa più importante è che giochi da titolare. Come ti dicevo prima, Victor vuole sempre migliorare“.

Più in generale, che idea ha del Napoli?

Sappiamo che ha una tifoseria molto calda e appassionata, e lì il calcio è vissuto come un aspetto molto importante“.

Ha un messaggio per Victor?

Deve restare concentrato, sono sicuro che il suo percorso calcistico stia andando nella giusta direzione. Gli voglio tantissimo bene“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply