Fallito ormai due anni fa, era atteso per oggi l’esito della busta per la seconda offerta in merito al marchio Chievo Verona, a spuntarla è stato Sergio Pellissier.

LA TRATTATIVA – Dopo due aste andate deserte, è stata ritenuta congrua l’offerta da 100mila euro proposta da Pellissier, bandiera del club veronese e attuale presidente della Clivense, ma in mattinata era stata avanzata un’altra offerta. Cristian Zaffani, uomo legato all’ex presidente Luca Campedelli, ha depositato in mattinata la sua proposta per poi prendere parte all’asta. Al suo arrivo non sono mancati i fischi da parte dei tifosi della Clivense, che però hanno potuto tirare un sospiro di sollievo.

Infatti, il marchio del Chievo se lo è aggiudicato Pellissier, per circa 330mila euro. Nel pomeriggio terrà una conferenza, nella quale potrà ripercorrere tutto il viaggio che l’ha visto alla fine “trionfare”. Parlerà degli obiettivi futuri del club e della stagione quasi conclusa, con un piazzamento all’ottavo posto nel Girone B di Serie D. Il Chievo ritorna in vita, la città è in festa e non sono mancati gli auguri social al neo-acquirente, il post “Chievo is back” appare sulla pagina Instagram della Clivense.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Articolo precedenteSalernitana, cessione pronta? Due offerte dagli USA
Articolo successivoMilan, Conceiçao ai ferri corti con il Porto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui