CHIESA DONAZIONE – Federico Chiesa è uno dei talenti più importanti del calcio italiano, giovane, forte, duttile, dotato di carattere. Tutte qualità ereditate da un padre che prima di lui sapeva esaltare ogni squadra in cui ha militato, Nazionale compresa.

La sua stagione sin qui per la verità, come quella di tutta la Fiorentina, non è stata esaltante. Anche se prima della sosta forzata, con l’arrivo di Iachini in panchina, si sono visti segnali di miglioramento. Il suo 2020 sarebbe dovuto essere il coronamento di una stagione verso la consacrazione. Di una stagione che avrebbe avuto in EURO 2020 il suo punto massimo.

Anche lui però, come miliardi di persone al mondo, si trova a combattere un momento difficile. In una lunga intervista concessa ai microfoni di Violachannel, Federico Chiesa ha parlato del momento difficile, di come sta vivendo la situazione. Di quanto gli manca il calcio e di cosa spera possa succedere anche in prospettiva europeo, che, naturalmente, è slittato all’anno prossimo.

Queste le parole di Federico Chiesa:

È un periodo inaspettato. Per me, per tutti noi che abbiamo il dovere e la responsabilità di stare a casa. Così facendo aiutiamo le persone che stanno soffrendo. Aiutiamo i medici e gli infermieri e tutti quelli che sono in prima linea per permettere di superare questo momento difficile. Il messaggio che voglio dare a loro, medici, infermieri ed operatori sanitari è quello di continuare con determinazione e volontà: dò il mio appoggio perché solo tutti insieme supereremo tutto questo.

La donazione che ho fatto non è altro che un piccolo gesto fatto dal primo giorno per aiutare coloro che stanno facendo un lavoro determinante. Tutti anche alla Fiorentina stanno facendo un grande lavoro attraverso le donazioni.

La Fiorentina dà il suo contributo per lottare al fianco di medici, infermieri e tutte le persone che stanno soffrendo in questo momento. Mi manca andare in campo, è vero. Mi manca stare con i miei compagni e giocare a calcio. Non vedo l’ora di riabbracciare tutti e soprattutto poter regalare qualche gioia ai tifosi la domenica al Franchi. 

In questi giorni abbiamo ricevuto il programma da seguire per restare in forma in vista di quando torneremo ad allenarci. Molti degli esercizi che faccio, anche di mia spontanea volontà, sono a corpo libero e questo è il massimo che possiamo fare ad ora.

Con lo spostamento alla prossima estate molti giovani italiani come me si prepareranno al meglio e saranno più maturi. Detto sinceramente all’Europeo non ci penso. Il mio pensiero va verso le persone che soffrono e coloro che stanno dando tutto per aiutarci a superare questo periodo.

La mia famiglia è a Firenze, altri miei parenti a Genova, ci teniamo sempre in contatto con il telefono, con le videochiamate o su whatsapp. Io ho passato la quarantena con la mia fidanzata e i miei cani. Stiamo bene, mentre con la squadra parliamo nella chat di gruppo, ci mandiamo messaggi di incoraggiamento, facciamo il punto sugli allenamenti e facciamo qualche battuta“.

Articolo precedenteAndrea Cocco: “Che ricordi quell’anno a Vicenza. Devo tanto a Pasquale Marino” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoMercato Neymar Cavani Mbappé: fuga da Parigi. Ecco i pezzi pregiati della prossima finestra di trattative

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui