Mancano poco più di 2 mesi e mezzo ed è già partito il toto-nomi sui prossimi convocati per l’Italia a Euro 2024. Una competizione dal sapore diverso, dove la Nazionale ritornerà a difendere il titolo europeo; sembrano infatti un lontano ricordo le notti magiche dell’Europeo 2021, quando l’Italia, guidata all’epoca dal c.t. Roberto Mancini, sotto il cielo stellato di Wembley saliva sul tetto d’Europa.

I FANTASMI DEL MONDIALE – Un successo tanto desiderato da una Nazione che è abituata alle grandi conquiste calcistiche, ma che dalla vittoria del Mondiale 2006 sembrava essere caduta in un vortice senza uscita, toccando il suo punto più basso con l’esclusione dal Mondiale russo del 2018. Con il cambio di panchina e con i successi del tecnico Mancini sembrava tutto un lontano ricordo, ma “Gli Azzurri” cadono di nuovo, una sconfitta per 1-0 contro la Macedonia del Nord costa l’estromissione dal Mondiale 2022 in Qatar.

L’INIZIO DELL’ERA SPALLETTI – Sembrava di vivere un dejà vu, ed ecco che viene nominato c.t. Luciano Spalletti, eroe del terzo storico scudetto napoletano, che con il suo bel gioco ha incantato tutta l’Europa durante la scorsa stagione. Spalletti raccoglie una pesante eredità, c’è una Nazionale da ricostruire, ma ha già le idee ben chiare: la “Nuova Italia” fonderà le basi sulle certezze del passato europeo e puntando su campioni della Next-Gen italiana.

Ma tutti si chiedono, a meno di 100 giorni da Italia-Albania, chi saranno i 26 convocati per l’Italia a Euro2024?

DONNARUMMA, VICARAIO E…? – Per quanto riguarda i portieri nessun dubbio su chi difenderà i pali azzurri, sarà ancora la volta di Donnarumma con il suo vice Guglielmo Vicario, approdato al Tottenham durante la scorsa sessione estiva di calciomercato, il quale ha stupito la Premier League con le sue ottime prestazioni. Diverso discorso per quanto riguarda il terzo slot riservato ai portieri, dove si contendono il posto i vari Meret, Di Gregorio, Provedel e Carnesecchi.

CHI COMPORRÀ IL MURO DIFENSIVO? – Difesa quasi tutta nerazzurra composta dal treno Dimarco e il muro difensivo Acerbi-Bastoni, a completare il quartetto difensivo abbiamo una vecchia conoscenza spallettiana, ovvero Giovanni Di Lorenzo. Il terzino azzurro molto probabilmente avrà come sostituto Matteo Darmian, in vantaggio su Calabria, mai riuscito ad imporsi nelle gerarchie della nazionale. Discorso più complesso, infatti, sull’out sinistro: chi sarà il ricambio di Federico Dimarco? A contendersi lo slot saranno Udogie, fresco di esperienza inglese, e Cambiaso, reduce da un’ottima stagione con Juventus.

Quasi certamente fuori Bonucci, che lascia spazio al classe 2003 Giorgio Scalvini. Candidati per le altre posizioni Federico Gatti, Riccardo Calafiori, Gianluca Mancini e la coppia difensiva laziale Casale-Romagnoli.

Chi saranno i convocati per l’Italia a Euro 2024?

CHI COSTRUIRÀ LA MANOVRA? – Centrocampo che girerà intorno a Nicolò Barella, affiancato dal suo compagno di club Davide Frattesi. Conquista posizioni Lorenzo Pellegrini in super fiducia da quando De Rossi guida la Roma, stesso discorso per l’altro romanista Cristante. Da tenere in considerazione le super stagioni di Colpani e Jack Bonaventura, un’insidia per gli Ex-Euro2021 Pessina e Jorginho.

SU CHI RICARDÀ IL PESO DELL’ATTACCO? –  Gli inamovibili Chiesa e Raspadori potrebbero senza dubbio essere affiancati dai diversi Orsolini, super stagione per l’esterno del Bologna, Zaccagni, Zaniolo e Politano. Discorso diverso e più complesso per quello che è stato un quesito che da anni tocca la nostra nazionale, chi sarà il nostro numero 9? Per anni si è affidato l’attacco italiano a Ciro Immobile che però non è riuscito ad ingranare in maglia azzurra. Come alternativa all’attaccante biancoceleste si candidano Gianluca Scamacca e l’attaccante italo-argentino Mateo Retegui, al primo anno in Serie A con la maglia del Genoa.

Ad oggi a chi verrà affidato il compito di difendere il titolo di campioni in carica è un enigma, ma come ogni buon romantico sognatore si spera in un “Andiamo a Berlino Beppe” 19 anni dopo quella storica volta.

Articolo precedenteL’Atalanta stoppa Koopmeiners: “Decide il club. Già rifiutata offerta top in estate”
Articolo successivoInter, prove di rinnovo con Inzaghi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui