[df-subtitle]I due ex Napoli sono pronti alla nuova avventura in Premier League[/df-subtitle]Prime parole da tesserati del Chelsea per mister Sarri e Jorginho, i due arrivati da Napoli per il nuovo corso Blues.

Entrambi nella giornata odierna hanno parlato ai canali ufficiali del club londinese per presentarsi ai nuovi tifosi. Il primo è stato l’ex allenatore dei partenopei che a Chelsea Tv ha voluto esordire ringraziando proprio il popolo napoletano: “Per prima cosa devo ringraziare la gente di Napoli che mi ha aiutato moltissimo in questi tre anni. Li amerò per sempre. Sono stato fortunato a trovare calciatori adatti al mio stile di gioco e ho voluto portare con me Jorginho che non sarà forte fisicamente ma ha una velocità di pensiero e una tecnica incredibile“.

Poi prosegue parlando della sua nuova avventura: “Cinque anni fa allenavo in Serie B, ora sono sulla panchina di uno dei migliori club d’Europa. Sarà eccitante giocare contro alcuni dei migliori tecnici in circolazione, Klopp, Guardiola, Mourinho, Pochettino. Il Chelsea è una grande squadra, il problema è che in Inghilterra ci sono altre 4/5 top club. Cercherò di portare il mio stile di gioco e spero nel sostegno dei tifosi. Allenare il Chelsea e giocare a Stamford Bridge è un sogno, proverò a vincere qualcosa. Guardiola? Per me è un amico, per questo parla cosi bene di me (ride, ndr)“.

Poi è stato il turno di Jorginho, che più tardi parlando al sito ufficiale del Chelsea ha detto: “Sono felice ed emozionato di arrivare in club cosi prestigioso. So che non sarà facile, in Premier tutti hanno voglia di vincere e lottare fino all’ultima giornata per vincere il titolo. Non vedo l’ora di fare il primo allenamento. Cercherò di dare il mio contributo in campo, magari i tifosi spesso non lo notano, ma faccio un gran lavoro per la squadra. Conosco tutti i calciatori del Chelsea, sono eccezionali. Il Chelsea ha grande tradizione e mi sento un privilegiato ad arrivare qui con il tecnico che già conosco. Sarri? Insegna il calcio, mi ha aiutato molto tatticamente e in generale mi ha inseganto tanto. Provo a fare sempre il meglio per lasciare il sagno, farò il massimo“.

Articolo precedenteMaggio: Parla l’agente “Christian voleva giocare”
Articolo successivoMilan, Fassone e Mirabelli a Londra per convincere Morata!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui