[df-subtitle]Si dividono la posta Schalke 04 e Porto[/df-subtitle]E’ ricominciata la Champions, è partita la corsa delle big alla finale che si giocherà al Wanda Metropolitano di Madrid.

[df-subtitle]Girone A[/df-subtitle]

Tra le contendenti di diritto entra l’Atletico Madrid che sogna di trionfare nel proprio stadio. Intanto i colchoneros partono ben nel girone A battendo a Montecarlo il Monaco.

Padroni di casa avanti al 18’con la zampata di Grandsir a risolvere una mischia in area avversaria. Gli spagnoli si ricompongono e alla mezz’ora pareggiano con i guizzo di Diego Costa che a tu per tu con Benaglio non sbaglia. Atletico che chiude il tempo in crescendo e prima del riposo trova la rete del sorpasso; Gimenez, sugli sviluppi di un angolo, stacca più in alto di tutti e insacca l’1-2. Nella ripresa l’Atletico rischia relativamente poco riuscendo a portare a casa una preziosa vittoria.

Importante vittoria esterna anche per il Borussia Dortmund che supera di misura il Bruges. A decidere il match è un rocambolesco gol di Pulisic a 5 minuti dalla fine; l’esterno giallonero intercetta un rinvio di un difensore avversario beffando Letica.

Classifica: Atletico Madrid 3; Borussia Dortmund 3; Monaco 0; Bruges 0.

[df-subtitle]Girone D[/df-subtitle]

Nel girone D prova di forza del Galatasaray che supera 3-0 il mal capitato Lokomotiv Mosca. Partenza sprint dei turchi che trovano il vantaggio dopo appena 9  minuti; Rodrigues dalla sinistra si accentra e scarica un destro che batte un non perfetto Guilherme. Il colpo del KO la squadra di Terim lo assesta al minuto 67′ con la grande punizione di Derdiyok che vale il 2-0. Nei minuti di recupero arriva anche il tris firmato da Selcuk Inan su calcio di rigore.

Nell’altro match del girone Schalke e Porto non vanno oltre l’1-1. Non benissimo l’inizio dei tedeschi, che dopo 12 minuti rischiano di andare sotto; Naldo la tocca di mano in area di rigore e l’arbitro assegna i penalty agli ospiti. Dal dischetto Alex Telles però si fa ipnotizzare dal pararigori Fahrmann. Ad inizio ripresa è ancora il portiere tedesco a salvare i suoi respingendo di piede un tentativo di Felipe.  Lo Schalke si scuote e al 64′ passa grazie al tocco morbido di Embolo a scavalcare Casillas. Il Porto non ci sta a perdere e arriva al meritato pareggio ad un quarto d’ora dalla fine; ancora un rigore per i portoghesi, ancora causato da Naldo. Stavolta dagli 11 metri si presenta Otavio che non sbaglia.

Classifica: Galatasaray 3; Schalke 1; Porto 1; Lokomotiv Mosca 0.

 

Articolo precedenteChampions: Liverpool – Psg
Articolo successivoChampions League, Barcellona – Psv 4-0: tripletta del MESSIa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui