Champions League – La Dinamo Zagabria sveglia l’Atalanta dal sogno: 4-0!

Champions League – La Dinamo Zagabria sveglia l’Atalanta dal sogno: 4-0!

CHAMPIONS LEAGUE – Allo Stadion Maksimir di Zagabria, l’Atalanta viene letteralmente asfaltata dai padroni di casa della Dinamo Zagabria, che rendono il debutto in Champions League della squadra di Gian Piero Gasperini una vera e propria mattanza: 4-0! Un risultato pesantissimo per i bergamaschi, che potrebbe precludere il sogno del passaggio del turno, le cui già ridotte possibilità iniziale sembrano assottigliarsi ancora di più.

La partita

CHAMPIONS LEAGUE – Il primo impatto con la Champions League è traumatizzante per l’Atalanta che, nella caldissima atmosfera di Zagabria, sembra un agnellino attorniato dai lupi seduti sulle tribune. Il tifo croato è assordante e asfissiante per chi non ha esperienza a giocare certe partite, e la Dea soccombe.

Fin da subito, Dani Olmo va impazzire Toloi, saltandolo più volte, addirittura con un tunnel. I bergamaschi sono nel pallone e, nonostante Ilicic provi a suonare la carica, non riescono a reagire. La Dinamo pressa e, nonostante Masiello salvi sulla linea di porta un tentativo di Olmo, sul proseguo dell’azione, Marin Leovac insacca alle spalle di Gollini, sfruttando un colossale errore della difesa nerazzurra. Dopo dieci minuti, l’Atalanta è già sotto.

A quel punto, Bjelica abbassa il baricentro della squadra per provare a sfruttare il contropiede, ma l’Atalanta non riesce a reagire e fatica letteralmente a passare la metacampo. Dopo mezz’ora di gioco, sono ZERO i tiri in porta dei bergamaschi. All’ennesima gran giocata di Olmo, Leovac riesce a servire Mislav Orsic che, dal limite dell’area di rigore, manda la palla nell’angolino. Al ’42, poi, Orsic si ripete: su cross di Stojanovic, Ademi devia di testa, servendo il centrocampista croato che, da pochi passi, non può che insaccare. La debacle è completa.

CHAMPIONS LEAGUE –  Nella ripresa, Gasperini inserisce Malinovsky e Pasalic. Proprio l’ex-Chelsea e Milan – uno dei pochi calciatori della Dea con esperienza internazionale – prova a dare la scossa, ma il suo piattone finisce a lato. Poi, ricomincia l’assalto della Dinamo, che trova il gol del 4-0 al ’68, ancora con Orsic, che raccoglie il campanile di Teophile e batte Gollini – autore poco prima di un miracolo proprio sull’ex-Spezia – con il piattone. Da lì in poi, i croati tirano i remi in barca e cominciano ad amministrare, lasciando spazio ai bergamaschi. L’Atalanta prova a mettere il muso avanti con Zapata e Pasalic, le cui conclusioni, tutt’altro che buone, confermano la brutta serata della Dea.

Nell’altra gara del girone, vince il Manchester City, che travolge lo Shakhtar Donetsk con un secco 3-0 firmato Mahrez, Gundogan e Gabriel Jesus.

Tabellino

Dinamo Zagabria (4-3-3): Livakovic, Leovac, Peric, Theophile-Catherine, Stojanovic, Ademi, Dilaver, Moro (’73 Gojak), Orsic (’76 Ivanusec), Petkovic (’83 Gavranovic), Olmo. A disp. Ademwien, Hajrovic, Situm, Zagorac  All. Nenad Bjelica

Atalanta (3-4-3): Gollini, Toloi, Djimsiti, Masiello (’46 Malinovsky), Hateboer, De Roon, Freuler (’46 Pasalic), Gosens, Ilicic (’89 Barrow), Zapata, Gomez A disp. Castagne, Muriel, Palomino, Sportiello All. Gian Piero Gasperini

Arbitro: Jesus Marzano (Spagna)

Marcatori: ’10 Leovac (D), ’31, ’42, ’68 Orsic (D)

Note: ammoniti Djimsiti, De Roon, Gosens (A), Theophile-Catherine, Moro (D)

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply