CHAMPIONS INTER DORTMUND – All’Inter non basta un fantastico primo tempo per tornare a casa felice. In vantaggio per 2-0 all’intervallo, si fa rimontare nella ripresa dal Borussia che alla fine vince meritatamente. Si complica il cammino dei nerazzurri in Champions: ora serve assolutamente vincere col Barcellona (bloccato oggi sullo 0-0 dallo Slavia Praga al Camp Nou) oppure sperare che lo Slavia fermi il Dortmund.

 

CHAMPIONS INTER DORTMUND – La Partita

Conte schiera i suoi fedelissimi con Biraghi sull’out mancino al posto dell’infortunato Asamoah. Dietro torna Godin. Davanti LukakuLautaro. Nel Borussia c’è Gotze falso 9 con Brandt, Sancho e Hazard alle sue spalle.

Pronti via e l’Inter passa con Lautaro abile a sfruttare un errore di Akanji e poi bravissimo a battere Burki. 0-1. Il Borussia prova a reagire e spaventa in un paio di occasioni Handanovic ma il capitano nerazzurro non si fa sorprendere. Prima dell’intervallo Vecino raddoppia concludendo al meglio una splendida azione corale: lancio di Lautaro, appoggio di petto di Candreva e destro vincente dell’uruguaiano. 0-2.

Nella ripresa però i tedeschi sembrano un’altra squadra e l’Inter si spaventa e perde certezze. Al 51′ Hakimi accorcia su assist di Gotze. Al 64′ Brandt fa 2-2 approfittando di un errata rimessa laterale in fase difensiva dell’Inter che regala palla al biondo ex Leverkusen che non sbaglia col destro. Conte inserisce Sensi per provare a ridare coraggio ai suoi ma l’inerzia della gara non cambia e i gialloneri mettono la freccia al minuto 77 ancora con Hakimi che chiude uno splendido triangolo con Sancho. 3-2. Nel finale ci prova Sensi ma il suo mancino, dopo una pregievole azione corale, è centrale. Finisce 3-2 al Westfalenstadion: il Borussia vola al secondo posto nel girone, per l’Inter ora è dura.

 

Il Tabellino

BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Burki; Hakimi, Akanji, Hummels, Schulz; Witsel, Weigl; Sancho (82′ Pisczek), Brandt, Hazard; Gotze (64′ Alcacer). Allenatore: Favre.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino (68′ Sensi), Brozovic, Barella, Biraghi (66′ Lazaro); Lukaku (73′ Politano), Lautaro. Allenatore: Conte.

ARBITRO: Makkelie (Olanda).

GOL: 5′ Martinez (I), 40′ Vecino (I), 51′ e 77′ Hakimi (B), 63′ Brandt (B).

AMMONITI: Hazard (B); Biraghi, Skriniar, Candreva (I).

Articolo precedenteKouamè Genoa, le parole del suo procuratore sul futuro del giocatore
Articolo successivoChampions, il Napoli spreca il primo match point: col Salisburgo finisce 1-1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui