CFR Cluj nuova goleada – Privo del capitano Camora, fuori per cumulo di ammonizioni e di Costache, Debeljuh e Rondon, risultati in settimana positivi al covid 19, il CFR Cluj ha superato senza particolari affanni per 4-0 in Gruia il fanalino di coda Poli Iasi, eguagliando a quota 60 il FCSB in vetta alla classifica. In attesa dello scontro diretto del 19 marzo che decreterà il vincitore della stagione regolare.

Partita senza storia, giocata all’attacco dal primo all’ultimo minuto dai padroni di casa, che hanno messo in mostra un gioco a tratti spettacolare e una condizione di fkrma invidiabile. Omrani, Itu e Deac, oggi capitano, i migliori in campi. Gloria anche per Sigurjonsson, entrato nei minuti finali e protagonista di uno spettacolare assist di tacco per il 4-0 di Deac.

Per gli ospiti ha debuttato in panchina Nicolò Napoli, cui spetta l’ingrato compito di salvare il salvabile in una stagione da dimenticare.
Due punti nelle ultime undici gare per un gruupo che ha palesato evidenti limiti tecnici e caratteriali, sparendo dal campo una volta in svantaggio.
Il tecnico italiano dovrà lavorare soprattutto sull’aspetto mentale, a partire dal prossimo, non proibilitivo, confronto con la Dinamo Bucarest per sperare nel miracolo salvezza.

CFR Cluj nuova goleada

La cronacaEdi Iordanescu, seduto in tribuna per squalifica (salterà anche la sfida per il primato con il FCSB) schiera Latovlevici sulla fascia sinistra e un ritrovato Omrani al centro dell’attacco. In porta Sandomierski sostituisce Balgradean.
Napoli si affida in attacco a Djuranovic, supportato da Flores Knowles, Stan e Calcan che si muovono tra le linee.

Il CFR parte forte e impone ritmi alti alla gara. Al 9′ Omrani tira da fuori area, ma la conclusione centrale è bloccata da Branescu. Il francese è in palla, si muove molto partendo prevalentemente dalla fascia destra e i compagni lo cercano con continuità.

Al 15′ è Itu a concludere dal limite, con il portiere che respinge non senza difficoltà. Al 25′ lo stesso Itu conclude a giro dalla sinistra una bella azione corale, ma la palla termina alta di poco.

Cluj gioca bene, a uno o due tocchi, alternando il fronte d’attacco. Al 27′ Chipciu lascia partire un diagonale dalla destra bloccato da Branescu. Al 30′ Omrani conclude debolmente sul portiere una bella triangolazione con Deac, sprecando un’ottima occasione.
Iasi supera in rarissime occasioni la metacampo, puntando più che altro a perdere tempo e arrivare indenne alla pausa.

Piano che crolla al 44′: ancora una bella manovra sulla sinistra con combinazioni nello stretto tra Latovlevici, Itu e Deac. La palla giunge a Chipciu, la cui precisa conclusione s’insacca imparabile alla sinistra del portiere.

Passa appena un minuto e su azione da calcio d’angolo Itu entra in area e serve Omrani, che liberissimo da dieci metri raddoppia.
La seconda parte di gara è di pura accademia. Al 60′ contropiede da manuele del CFR. Omrani parte dalla metà campo, si accentra e giunto al limite dell’area, con la coda dell’occhio vede il taglio di Deac, che mette dentro il gol del 3-0.

Al 63′ Omrani sfiora la doppietta personale, tirando a lato dell’altezza del dischetto. Al 72′ si fa finalmente vedere in avanti la Poli, la punizione di Calcan è deviata in angolo da Sandomierski, fino a quel momento semplice spettatore.

C’è tempo anche per l’esordio dell’islandese Sigurjonsson, che all’87’ smarca Deac con un assist di tacco per il 4-0 finale.

Articolo precedenteSerie A sintesi 27esima giornata: Il Napoli torna in corsa per la Champions
Articolo successivoEuronumeri 27 giornata: Napoli, da Milano a Milano. Inter otto di fila

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui