Botta e risposta in 7 minuti tra Cfr Cluj e Young Boys, per un pareggio tutto sommato giusto. Un risultato più utile ai romeni, che mantengono gli svizzeri a tre punti di distanza; e dividono la vetta della classifica del girone A di Europa League con la Roma. Giallorossi sorprendentemente bloccati sullo 0-0 in casa dal CSKA Sofia.

Scarse emozioni in un primo tempo tattico, con le due contendenti interessate più a non prenderle che a offendere. Piove sul bagnato per la squadra di Dan Petrescu; dopo pochi minuti dal fischio d’inizio deve rinunciare al difensore centrale Vinicius, sostituito da Manea.

In attesa di conoscere l’entità dell’infortunio patito dal brasiliano, gli ardeleni sono in piena emergenza dietro, dopo aver perso domenica Cestor per almeno 6 mesi.

Sul finale della prima frazione lo Young Boys prova a spingere di più, cercando di verticalizzare con maggiore insistenza; al 37′ va vicino al gol su una conclusione ravvicinata del camerunense Ngamaleu, respinta in corner da Balgradean. Per Cluj qualche buona iniziativa sulla fascia sinistra sull’asse Camora Deac, conclusa con cross sui quali la difesa elvetica fa buona guardia.

Nella ripresa i ritmi si alzano, soprattutto per merito degli uomini di Seoane, rientrati in campo decisi a prendere in mano il pallino del gioco. Petrescu lascia negli spogliatoi un abulico Debeljuh, ammonito al 22′ per una gomitata e quasi mai in partita, inserendo Omrani al centro dell’attacco.

Mossa indovinata, il francese lotta, si muove molto ed è bravo nel proteggere palla e far salire i compagni. Il Cfr risponde agli assalti sterili degli svizzeri con rapide azioni di rimessa; al 62′, su calcio d’angolo battuto da Deac, Rondon approfitta di un’uscita maldestra del portiere Von Ballmoos per insaccare il gol dell’1-0 su assist di testa di Hoban.

La gioia dei padroni di casa dura poco, lo Young Boys si butta a test a bassa in avanti e dopo appena sette minuti trova il pareggio. Al 69′ da rimessa laterale la palla giunge a centro area tra i piedi di Fassnacht, lesto a trafiggere Balgradean dopo un primo tentativo rimpallato.

Negli ultimi venti minuti gli svizzeri prendono decisamente il comando delle operazioni, cercando il gol del sorpasso; ma la difesa del Cluj regge bene rischiando poco o niente.

In contropiede il Cfr Cluj avrebbe anche l’occasione di fare suoi i tre punti al 79′, su una bella accelerazione di Paun, che triangola con Rondon (migliore in campo tra i suoi); ma al momento del tiro viene ostacolato dal compagno di squadra Omrani e la palla finisce debolmente tra le braccia di Von Ballmoos.

L’1-1 finale permette ai romeni di fare un altro piccolo passo verso il sogno qualificazione e agli svizzeri di sbloccarsi in classifica, lasciando inalterate le possibilità di accedere alla fase a eliminazione diretta.

Articolo precedenteSassuolo Locatelli: “Sogno di giocare la Champions League”
Articolo successivoMilik Napoli La situazione dopo il vertice con gli agenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui