Cessione Monza: non sarebbe ancora pervenuta nessuna offerta scritta da Orienta Capital Partners per il passaggio delle quote

La Fininvest, holding controllata dalla famiglia Berlusconi e azienda che ha controllato, per ben ventinove anni, anche le quote del Milan, non avrebbe ancora ricevuto nessuna offerta scritta da Orienta Capital Partners che attesti il passaggio delle quote societarie del Monza, club rilevato dalla stessa Fininvest nel 2018. Secondo quanto appreso da Gianluca Di Marzio, tra l’altro, le parti non avrebbero siglato alcuna esclusiva per la definizione di un affare annunciato troppo in anticipo rispetto all’effettivo andamento dell’operazione.

Ciò significa, tra le altre cose, che qualunque acquirente potrebbe, al momento, farsi avanti per trattare con la proprietà dei brianzoli per concludere l’affare. Orienta Capital Partners resta, sicuramente, il soggetto giuridico più accreditato per rilevare un gioiello plasmato da Silvio Berlusconi dal 2018 (anno coinciso con l’inizio della lunga scalata verso il calcio italiano dalla Lega Pro alla Serie A) e custodito con estrema cura sino alla scomparsa del compianto Presidente.

Sono settimane decisive per il futuro del club tra il rettangolo verde e le scrivanie degli uffici, con il futuro di Raffaele Palladino a tenere banco alla guida del club e con il tecnico propenso a lasciare la panchina brianzola. Da valutare, poi, quello di Adriano Galliani, attuale Amministratore Delegato profondamente legato a Silvio Berlusconi e altra figura che potrebbe lasciare una società gestita in maniera impeccabile in questi sei anni e  divenuta una realtà del calcio italiano.

Oltre all’articolo: “Cessione Monza, Orienta Capital Partners non ha esclusiva: le ultime”, leggi anche:

Articolo precedenteChampions League, Bayern-Arsenal sfida più equilibrata dei Quarti
Articolo successivoNapoli, il primo regalo di Manna potrebbe essere Zaniolo: è un suo pupillo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui