Centrocampo Milan: la dirigenza rossonera avrebbe valutato la pista Amrabat, proposto in questi giorni; la priorità, però, sarebbe Fofana

Cinquantaquattro reti incassate dal Milan in quarantacinque partite stagionali: il peccato originale della stagione complicata vissuta dal Diavolo, al netto della decisiva gara di giovedì, in occasione del ritorno dei quarti di finale di Europa League, contro la Roma, è sicuramente riconducibile a quest’impietoso dato in continuo aggiornamento. Le diffocoltà evidenti registrate in fase difensiva, non solo dovute ai tantissimi infortuni in difesa, quanto ad un atteggiamento di squadra, talvolta, fin troppo offensivo, dovranno portare la dirigenza rossonera ad investire anche nella zona nevralgica del campo.

Secondo quanto appreso da calciomercato.com, i fari di Casa Milan sarebbero già puntati verso diversi profili prettamente difensivi e di gamba, caratteristiche che ben si sposerebbero con centrocampisti che fanno della tecnica il proprio mantra calcistico, su tutti Bennacer.

Centrocampo Milan: proposto Amrabat, ma la priorità resta un’altra

I nomi sul taccuino di Moncada sarebbero disparati, ma quello sottolineato sempre in rosso sarebbe Fofana, mediano del Monaco, classe 1999, già nel giro della Nazionale francese. Un altro serio candidato, il cui Curriculum è al vaglio della dirigenza rossonera, sarebbe Renato Veiga, giovane centrocampista del Basilea, classe 2003, seguito a più riprese nel corso della stagione. Non riscuoterebbero particolare interesse, al contrario, le candidature di Hojbjerg, centrocampista danese del Tottenham già accostato alla Juventus e, soprattutto, Sofyan Amrabat, mediano marocchino di rientro alla Fiorentina dopo la stagione complicata vissuta al Manchester United.

I due centrocampisti sarebbero, al momento, piste meno percorribili in quanto non convincono per età anagrafiche e ingaggio. Una cosa, è certa: il Diavolo ha intenzione di rispuntare la mediana con profili dotati di forza fisica e dinamismo, per redimere il vero peccato originale di una stagione spumeggiante in fase offensiva, ma estremamente complicata in quella difensiva.

Articolo precedenteMilan, Furlani: “Settimana chiave, la base c’è, felici di Pioli”
Articolo successivoAgente Romagnoli: “Nessun problema, resta. Sull’arrivo di Pinamonti…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui