Carlos Augusto, esterno dell’Inter acquistato in estate dal Monza, ha espresso parole al miele per il compagno Di Marco

Nel momento in cui si loda il mercato condotto dall’Inter per la capacità di Marotta e Ausilio di aver ampliato la rosa a costi contenuti, Carlos Augusto rappresenta un esempio più che calzante di questa teoria. La grande stagione vissuta a Monza ha portato il laterale sinistro in orbita nerazzurra, perfetto per il sistema a cinque in mediana adottato da Inzaghi, esattamente come quello di Palladino, che ne ha esaltato le qualità del brasiliano.

Intervenuto ai microfoni di Dazn, Carlos Augusto ha esternato tutta la propria felicità per l’inizio della nuova esperienza meneghina e lodato il compagno di reparto, Federico Dimarco, leader della squadra di Inzaghi. “La concorrenza con Dimarco non rappresenta un problema per nessuno, tanto meno per me. Credo sia uno stimolo per entrambi per dare sempre il massimo e lui gioca titolare semplicemente perché lo ritengo il più forte al mondo nel suo ruolo. Abbiamo un ottimo rapporto; personalmente, voglio farmi trovare pronto e risultare sempre utile per la squadra”.

Carlos Augusto, il cui passaporto garantirebbe una convocazione per la Nazionale italiana, ha espresso il proprio desiderio di far parte della spedizione brasiliana. “Sono più per la Seleçao. Da piccolo, ammiravo sempre Roberto Carlos, che tra l’altro ha giocato nell’Inter: era straordinario. Ho osservato con più attenzione Marcelo: anche lui è devastante”.

Oltre all’articolo: “Carlos Augusto: “Scelta giusta. Sul dualismo con Di Marco…”, leggi anche:

  1. Milan-Newcastle, battaglia al Meazza: è 0-0
  2. Milan-Newcastle, Pioli: “Gruppo unito, forte, responsabile”
  3. Cagliari, Petagna: “Contento e a disposizione, mister Ranieri…”
  4. Italia, Spalletti: “Felicità, sogno che parte da lontano. Napoli…”
  5. Gironi Europa League 2023/24, ecco tutti i gruppi
  6. Supercoppa europea, Man City-Siviglia si conclude ai rigori
  7. Sassuolo, Carnevali e il mercato: “Occhio a giovani di prospettiva. Rogerio, M. Lopez, Scamacca…”
Articolo precedenteDeschamps sull’Inter in salsa francese: “Il ruolo di Pavard…”
Articolo successivoJuve, Locatelli: “Allegri un vincente, la gente dica quello che vuole”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui