Gerry Cardinale, proprietario del Fondo RedBird, ha rilasciato una lunga intervista nella quale ha parlato della cessione del club e di Pioli

Cardinale non lascia, raddoppia e guarda avanti con fiducia all’immediato futuro del Milan, con la speranza di tornare a vincere nel più breve tempo possibile. Intervenuto ai taccuini de Il Corriere della Sera, il proprietario del Fondo RedBird Capital ha rilasciato un’intervista nel corso della quale ha ribadito l’assoluta intenzione di mantenere il controllo delle quote societarie rossonere archiviando, almeno per il momento, i tantissimi rumors riguardanti un’ipotetica cessione della minoranza del club rilevato nel maggio 2022, subito dopo la vittoria dello Scudetto numero 19 da parte della squadra rossonera. Cardinale ha, inoltre, confermato la bontà del progetto Pioli dopo un periodo di insoddisfazione dovuto sia ai risultati che al tema infortuni, grande tallone d’Achille del Diavolo in questa stagione che può ancora riservare soddisfazioni dal punto di vista europeo, con il cammino in Europa League iniziato nel migliore dei modi.

Ecco un estratto delle dichiarazioni del fondatore di RedBird al noto quotidiano nazionale: “Dobbiamo lavorare tutti meglio per tornare a vincere, me compreso. Abbiamo avuto qualche problema nel corso della stagione che ci sta impedendo di rendere al meglio. Avevo espresso insoddisfazione riguardo l’andamento della squadra, ma ciò non significa esonerare un allenatore e non credere più nel suo progetto tecnico. Non licenzio qualcuno tanto per cambiare qualcosa, esattamente come non mi licenzierò io, perché nessuno vuole vincere più di me e perché resterò qui per tanto tempo. Dispiace per i tifosi riguardo le notizie di una cessione del club: non voglio che pensino la società sia instabile o poco solida, tutt’altro. Mi sono impegnato per portare questa squadra al top in Italia e in Europa e non lascerò finché non ci riuscirò. Nel momento in cui l’avrò raggiunto, vorrò rifarlo ancora: sono qui per restare a lungo”.

Articolo precedenteLautaro sul rinnovo: “Non è semplice trovare un accordo, ma…”
Articolo successivoLucumi, l’altro gioiello di casa Bologna: il Man. United all’assalto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui