[df-subtitle]“Golovin? E’ da Juventus”[/df-subtitle]Non ha particolarmente entusiasmato fino a questo momento il Mondiale russo, la pensa cosi anche Fabio Capello, ex c.t. di Russia e Inghilterra, che ai microfoni di Radio Anch’io Sport, in onda su Radio Rai Uno ha detto: “Le prime due gare sono state noiose. Poi pian piano è salito l’interesse poiche le squadre minori hanno dimostrato di potersela giocare con le big, arrivate in condizioni non ottimali. Le grandi cresceranno con il passare dei match. Finora si è assistito ad un calcio lento con una condizione generale scadente“.

Sull’assenza dell’Italia: “C’è rammarico, soprattutto per il livello non altissimo delle partite. Abbiamo fatto di tutto per non esserci“.

Sui pochi gol segnati: “Si ricerca troppo il possesso palla cosi la sfera torna spesso all’indietro. Il possesso fatto cosi serve a poco. E’ un modo di giocare rinunciatario, ci sono poche idee con i centrocampisti che danno sempre palla all’indietro. Bisogna essere più veloci quando si recupera la sfera“.

Sull’esonero di Lopetegui: “Io tifo per Hierro visto che è stato un mio calciatore, però credo che la Spagna abbia sbagliato a mandar via Lopetegui“.

Sul duello Ronaldo-Messi: “Ronaldo l’ho visto arrabbiato e in perfetta forma, dopo la finale di Champions in cui non ha segnato, forse aveva paura di perdere il pallone d’Oro. Messi dopo l’errore dal dischetto non è riuscito a mantere il livello che fa vedere al Barcellona. I centrocampisti dell’Argentini sono molto più lenti rispetto a quelli del Barça. Messi comunque non è sembrato in grande forma, però attendiamo visto che siamo solo all’inizio”.

Su Neymar: “Gli manca il ritmo partita, e sembra che abbia un pò di paura nei contrasti dopo l’infortunio. Il Brasile ha giocato in modo troppo tranquillo, dopo il vantaggio hanno smesso di pressare“.

Sulla nazionale russa: “Conosco praticamente tutti i calciatori, 9 su 11 erano nella mia squadra. Il problema in difesa con i due centrali non al livello degli altri. Hanno una buona qualità ma non credo possano andare molto avanti“.

La delusione di inizio Mondiale: “Mi aspettavo di più dal Brasile di Tite. Conosco le sue idee e credevo di vedere di meglio. Per me è stata la delusione visto che la ritengo la favorita per la vittora finale. Mi ha colpito positivamente il Portogallo che ha capito come muoversi, per poi affidarsi a Ronaldo che attualmente è il miglior centravanti del mondo”.

Sull’Inghilterra: “E’ una nazionale giovane che vedo debole solo nei due centrali difensivi. Il centrocampo e l’attacco sono di grande qualità e quantità. Può fare bene, molto dipenderà anche dalla condizione fisica“.

Su Golovin vicino alla Juventus: “Ha un potenziale e una grinta da Juventus. Il problema è che quando i calciatori russi escono dalla Russia trovano sempre qualche difficoltà“.

 

 

 

Articolo precedenteHarry Kane trascina l’Inghilterra: doppietta dell’uragano, Tunisia battuta 2-1
Articolo successivoNapoli, Criscitiello sicuro: “Accordo di massima per Meret”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui