spot_img
HomeSerieANapoliCanovi rincara la dose su De Laurentiis: "Nessuno vuole il Napoli"

Canovi rincara la dose su De Laurentiis: “Nessuno vuole il Napoli”

-

Dario Canovi, storico operatore di mercato, ha commentato la situazione del Napoli rincarando la dose su Aurelio De Laurentiis: le parole

Aveva già depennato un proprio assistito dalla lista di tecnici papabili per il prossimo corso del Napoli; ora, se possibile, Dario Canovi, storico avvocato ed agente di mercato che cura anche gli interessi di Thiago Motta, tecnico che sta compiendo un autentico capolavoro al Bologna, ha rincarato la dose sull’operato di Aurelio De Laurentiis, Presidente del Napoli, reo di aver rotto il consueto giocattolino che funzionava a meraviglia dopo uno straordinario percorso azzurro culminato con lo Scudetto e un’eliminazione ai quarti di finale di Champions League in un Derby tutto nostrano, contro il Milan. Canovi aveva già escluso la possibilità che Motta accettasse Napoli anche a fronte di un mercato stratosferico condotto dalla società proprio per evitare possibili burrascosi rapporti con il numero uno azzurro.

Intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, Canovi ha espresso ulteriori dubbi riguardo l’immediato futuro del club azzurro, attualmente affidato a Francesco Calzona, Commissario Tecnico della Slovacchia che ha rimpiazzato Walter Mazzarri sulla panchina azzurra. Ecco un estratto delle dichiarazioni dello stesso avvocato-agente: “L’addio di Spalletti dopo una stagione straordinaria avrebbe già dovuto far accendere qualche campanello d’allarme: nessuno si è davvero chiesto come mai si sia dimesso dopo una stagione simile. La verità è che non è semplice allenare il Napoli, nessuno vuole andarci per via delle troppe interferenze presidenziali. Non credo che tecnici come Conte possano sposare il progetto del Napoli e sarà complicato trovare un allenatore di livello”.

L’agente conclude: “Personalmente, non conosco Calzona ma penso sia stato assunto ad interim e che non si tratti di un progetto a lungo termine. Non posso giudicarlo, ma l’avevo sentito nominare solamente come secondo allenatore. A meno che non faccia miracoli, dubito possa restare alla guida della squadra anche per la prossima stagione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read