Nicolò Cambiaghi, attaccante dell’Empoli, ha rilasciato diverse considerazioni sul mancato passaggio alla Lazio e su Federico Chiesa

Cinque risultati utili consecutivi, dei quali un prestigioso e prezioso pareggio maturato a Torino, contro la Juventus e due vittorie, in particolare quella di Salerno, in uno scontro salvezza. La cura infusa da Davide Nicola all’Empoli sta sortendo gli effetti auspicati, con la serie utile maturata dai toscani che, al momento, li sta facendo riemergere dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Tra i protagonisti del nuovo corso empolese c’è ancora Davide Cambiaghi, attaccante classe 2000 in prestito biennale dall’Atalanta. A gennaio, un interesse della Lazio avrebbe potuto far interrompere, con largo anticipo, il rapporto tra l’ex Pordenone e la società empolese.

Un eventuale salto nella capitale, in una realtà come quella della Lazio, squadra che compete per la Champions League, non è mai stato tra le priorità dello stesso Cambiaghi nonostante rumors continui lo accostassero con insistenza al club biancoceleste. Intervenuto ai microfoni di Radio Lady, il ventiquattrenne attaccante ha rivelato anche il calciatore al quale s’ispira maggiormente. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni:

“Non c’è mai stato il pericolo o un minimo pensiero da parte mia di lasciare Empoli. Ho un obiettivo ben impresso nella mia mente, volto a migliorare tecnicamente e aiutare i miei compagni a raggiungere la salvezza. È un obiettivo concreto, perseguibile e vogliamo continuare su questa strada con fiducia. Sono concentrato sull’Empoli e voglio restare qui per concludere un percorso. Il calciatore al quale m’ispiro maggiormente è Federico Chiesa, per la sua personalità e per il modo in cui gioca tentando sempre il dribbling in progressione. Ammiro il suo modo di giocare anche perché si esprime in un ruolo molto simile al mio”, ha concluso Cambiaghi.

Oltre all’articolo: “Cambiaghi: “M’ispiro a Chiesa. Sul trasferimento alla Lazio…”, leggi anche:

Articolo precedenteFiorentina, novità sul futuro di Italiano: la clausola per l’addio
Articolo successivoAdli, la bugia bianca per tenersi il Milan: “Ecco cos’ho detto a Pioli”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui