Francesco Calzona, attuale tecnico del Napoli da poco più di un mese, ha parlato di un futuro già delineato e una riconferma che non avverrà

Otto partite alla guida del Napoli, condite da due vittorie, quattro pareggi e due sconfitte: non un ritmo da rullo compressore, certo, ma comunque utile per non gettare la spugna a due mesi dal termine della stagione, con una qualificazione Champions che potrebbe passare anche dal quinto posto, in relazione al ranking europeo, distante attualmente 6 punti. Francesco Calzona si gode il momento, consapevole di dover salutare la società a fine maggio per rituffarsi nelle gare ufficiali con la Slovacchia, Nazionale che gli ha affidato l’incarico il 9 luglio 2022 e con la quale ha un Campionato Europeo da vivere. Nessun margine per la riconferma, almeno stando a quanto dichiarato dal tecnico.

Intercettato dai microfoni di Sportmediaset a margine della sconfitta per 2-0 contro l’Austria, in amichevole, Calzona si è pronunciato in questi termini: “Non penso alla riconferma perché avevo già un accordo con De Laurentiis per un incarico ad interim e, comunque, compatibili con gli impegni non ufficiali della Slovacchia. Ringrazio loro per avermi concesso di allenare, anche se per un tempo ristretto, la squadra dei miei sogni. Ora, però, è il momento di pensare agli obiettivi che può raggiungere il Napoli da qui a fine stagione: finché la matematica lo permette, continuiamo a sperare nella qualificazione alla prossima Champions League”, ha dichiarato Calzona. Al momento, il favorito per la panchina azzurra appare Vincenzo Italiano, tecnico che avrebbe già concordato il proprio addio con la Fiorentina.

Oltre all’articolo: “Calzona-Napoli, non c’è futuro: “Non penso alla riconferma perché…”, leggi anche:

  1. Genoa, riscatto Vitinha al vaglio, Ottolini: “Valuteremo in estate…”
  2. Serie A, ufficiali le nuove date: problema Champions, il giovedì
  3. Rinnovo Rabiot-Juve: “La partecipazione alle Coppe incide molto…”
  4. Giroud, America sempre più vicina: Los Angeles FC in pressing
Articolo precedenteLecce, Piccoli: “Posso coesistere con Krstovic. Sul futuro…”
Articolo successivoEcuador-Italia, Spalletti: “Siamo stati squadra e questo è importante, tournee positiva”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui