Intervistato dai canali ufficiali del Frosinone Calcio, Moreno Longo che esordirà quest’anno come tecnico in serie A, ha parlato così:

(trascrizione integralmente tratta da http://www.tuttofrosinone.com)

“Dovremo rimboccarci le maniche, perché per raggiungere il nostro obiettivo sappiamo che dovremo lavorare come e più degli altri. Noi dobbiamo pensare alle cose che possiamo cambiare: il calendario non si può cambiare, prima o poi bisogna affrontarle tutte”.

Si parte con Atalanta-Frosinone: una gara abbastanza difficile.
“Partiamo dal presupposto che partite facili in Serie A non ce ne sono. Di conseguenza sappiamo che affronteremo una squadra rodata, visto che avrà partite ufficiali sulle gambe maggiori rispetto a come andrà ad approcciare il Frosinone. Noi dovremo mettere in campo quell’abnegazione che ci ha portati a poter giocare queste partite”

Nella seconda uscita contro il Bologna c’è l’handicap delle porte chiuse.
“Mah, guardate, è normale che avendo lo stadio a porte chiuse sapevamo di poter affrontare o una big o una squadra con obiettivi diversi. Io avrei preferito affrontare una big, avrei preferito giocare uno scontro diretto con il pubblico al nostro fianco. Però sta a noi, con la nostra buona volontà, portare a casa punti che possano raggiungere il nostro obiettivo”.

Alla quinta giornata arriverà Cristiano Ronaldo al ‘Benito Stirpe’.
“Sì, è normale che per forza di cose le big devi affrontarle. Affronteremo Lazio, Juve e Roma in modo ravvicinato: sappiamo che sulla carta sono partite difficili, ma nel calcio possono esserci sorprese che smentiscono i favori del pronostico. Gli ultimi Mondiali insegnano”.

Articolo precedenteMilan, spunta un nome nuovo per la difesa
Articolo successivoCalendario Serie A, le parole di Velazquez e Pradè

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui