Calciomercato Spezia: attraverso un comunicato ufficiale diramato dal club, i bianconeri annunciano un rinforzo per il tecnico Gotti

Il mercato invernale regala un primo rinforzo a Luca Gotti, allenatore dello Spezia. Attraverso un comunicato ufficiale diramato dal club poco fa, i liguri hanno ingaggiato Joao Moutinho, terzino sinistro classe 1998 il cui contratto con l’Orlando City scadrà il 31 dicembre.

Sarà il difensore portoghese, dunque, il primo colpo di mercato dei bianconeri in ottica salvezza. Lo Spezia, infatti, occupa il diciassettesimo posto in Serie A, con sei lunghezze di vantaggio sulla Cremonese. Di seguito, il comunicato ufficiale apparso sul sito ufficiale del club:

João Gervásio Bragança Moutinho sarà un calciatore dello Spezia a partire da gennaio. Il laterale portoghese, reduce dall’esperienza negli USA con l’Orlando City, ha sottoscritto un contratto che lo legherà al Club di via Melara fino al 30 giugno 2026 e già questa mattina ha svolto la prima seduta di allenamento agli ordini di mister Gotti grazie al nullaosta concesso dalla MLS. Classe 1998, Moutinho ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nelle giovanili dello Sporting Lisbona, prima di approdare negli Stati Uniti all’età di 19 anni, dove ha indossato le maglie del Los Angeles Fc e dell’Orlando City, squadra nella quale ha militato per quattro stagioni, collezionando 69 presenze e conquistando, nella passata stagione, la U.S. Open Cup, evidenziandosi come uno dei migliori esterni difensivi del campionato. Pilastro della formazione della Florida, Moutinho è un laterale mancino, dotato di ottima corsa e tecnica, capace di coprire tutta la fascia di competenza grazie anche a spiccate doti offensive e a un’eccellente visione di gioco e ora è pronto a dare il proprio contributo alla causa delle Aquile con indosso la maglia numero 5. Benvenuto João!”.

Oltre all’articolo “Calciomercato Spezia: ufficializzato un nuovo acquisto per Gotti”, leggi anche: 

Zielinski: “Napoli, torno dal Mondiale e scriviamo la storia” (europacalcio.it)

Articolo precedenteJuventus, garantisti sempre. Ma a furia di fare “Al lupo! Al lupo!”…
Articolo successivoInchiesta Juventus: l’ammissione di Dybala inchioda la società

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui