[df-subtitle]Il giovane danese piace molto ai nerazzurri, se ne parla per giugno. Juventus sullo sfondo[/df-subtitle]

Joachim Andersen, centrale difensivo classe ’96, piace all’Inter, ma questa non è una novità. Il danese, rivelazione stagionale, quest’anno è diventato titolare inamovibile nello scacchiere del tecnico Giampaolo e le sue prestazioni non sono passate inosservate.

Dopo qualche messaggio interlocutorio, sembra che ci sia stato il primo vero incontro tra Inter e Sampdoria per parlare del trasferimento in nerazzurro del difensore, sulle orme di quanto fatto da Skriniar due estati fa. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, ieri a pranzo si sarebbero incontrati il direttore sportivo interista Ausilio, il collega blucerchiato Osti, il braccio destro di Ferrero, l’avvocato Romei, e l’agente Gabriele Giuffrida che aveva lavorato anche al già citato passaggio dello slovacco a Milano.

Al momento Andersen non è una priorità, infatti le due squadre ne stanno parlando più per giugno che per gennaio, quando magari l’Inter potrebbe essere finalmente libera dai vincoli imposti dall’UEFA. La valutazione fatta da Ferrero è già alta: si parla di 25 milioni di euro ed è destinata a salire ancora qualora il ragazzo confermasse quanto di buono fatto finora. I nerazzurri, come già fatto in precedenza, vorrebbero inserire nella trattativa qualche contropartita tecnica e alla Samp piace molto il giovane attaccante della Primavera Colidio.

E’ da ricordare che su Andersen è vigile anche la Juventus che necessita di trovare qualche giovane di prospettiva per ringiovanire un reparto, quello difensivo, in là con l’età. I bianconeri, però, al momento sembrano essere indirizzati su De Ligt dell’Ajax.

Articolo precedenteMLS, Ibrahimovic: “Sono il migliore, la squadra dev’essere altrettanto. Il mio futuro…”
Articolo successivoStella Rossa, Mijalovic: ”Contento per la vittoria di ieri, vogliamo continuare così e passare il turno”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui