[df-subtitle]Mattiello nuovo rinforzo per il Cagliari[/df-subtitle]

Federico Mattiello arriva al Cagliari dall’Atalanta: inizialmente potenziale contropartita per arrivare a Joao Pedro, alla fine il difensore 24enne è arrivato comunque in maglia rossoblù.
Di seguito, il comunicato integrale del club sardo:

Federico Mattiello è un giocatore del Cagliari. La società rossoblù comunica di avere acquisito dall’Atalanta in prestito con diritto di riscatto le prestazioni sportive del classe 1995, che ha disputato la stagione scorsa nel Bologna.

Lucchese di Barga, Mattiello ha la capacità di giocare su entrambe le fasce: predilige il ruolo di esterno in una difesa a quattro ma, in virtù delle sue grandi capacità di corsa, può essere impiegato anche come laterale “alto” o “a tutta fascia”. Cresciuto nel vivaio della Lucchese, nel 2009 entra nel Settore giovanile della Juventus: con la Primavera vince nel 2013 Coppa Italia e Supercoppa. Fa il suo esordio in Serie A la stagione successiva, a soli 19 anni, in Juve-Parma.

Nel febbraio 2015 viene ceduto in prestito al ChievoVerona, ma un brutto infortunio ne frena la carriera. Sarà la Spal nella stagione 2017-18 a dargli nuova fiducia e continuità: in terra ferrarese timbra 31 presenze.

Acquistato dall’Atalanta, viene ceduto in prestito al Bologna: con i felsinei nella stagione appena conclusa colleziona 19 gare e una rete nella vittoria contro la Roma, il suo primo gol in Serie A.

Mattiello vanta anche 18 partite e una rete con la maglia delle nazionali giovanili azzurre.

Benvenuto in Sardegna, Federico”.

 

Queste le prime parole rilasciate per i canali ufficiali del Cagliari Calcio:

Sensazioni positive, conosco qualcuno del gruppo, l’allenatore, l’isola perché vengo ogni anno in vacanza. Mi hanno fortemente voluto, già questo è un punto di partenza; poi gioca bene, tutte le volte che venivo a giocare a Cagliari ho sempre perso ed è uno stadio difficile.

Importante prepararsi al meglio e migliorare la condizione fisica e mentale, pensare a lavorare e far bene noi“.

Il suo ruolo: “Mi reputo un giocatore duttile, posso giocare in tutti i ruoli. Data la mia buona corsa, sono più di fascia e avere tanto campo davanti potrebbe agevolarmi, il mister Maran gioca a quattro“.

Gli infortuni hanno caratterizzato la sua carriera: “Devi tenere botta, avrei preferito non averli ma mi hanno forgiato come carattere. Sono sicuramente una persona migliore rispetto a prima“.

Articolo precedenteAusilio Inter Lukaku: il ds in viaggio verso Londra
Articolo successivoMercato Milan, incontro in sede con l’agente di Pezzella

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui