Rolando Maran, tecnico del Cagliari ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Verona contro il suo ex Chievo.Chievo. Sarà il primo ritorno al Bentegodi in campionato:

Sicuramente non é una partita come le altre per me, tra allenatore e giocatore ho fatto 500-600 apritelo. Torno in un ambiente che mi ha dato tanto  e sono sempre riconoscente, poi ci sono i propri colori e ora voglio fare il massimo per il Cagliari. Mi sembra di essere tanto tempo qui, probabilmente l’ho vissuta in maniera forte“.

Scontro diretto: “Non é il Cagliari a determinare le sorti degli altri, ci sono partite precedenti e prossime. Non dobbiamo perdere l’identità”.

Tre sicure assenze: “Pavoletti, Castro e Klavan, deve crescere di condizione“.

Il Chievo: “Se andiamo a vedere le prestazioni, non rispetta la classifica che ha. So le insidie della squadra, dell’ambiente pieno di risorse, di quanto conti il gruppo, un ambiente che non molla mai. Servirà grande intensità, cercheranno di non farci giocare. É una partita da prendere con la massima attenzione”.

Maran elogia  Barella: “Un piacere allenarlo, ti stupisce ogni giorno. Vuole lavorare sui miglioramenti, nonostante sia alla ribalta, ha voglia di crescere”.

Il rinnovo del ds Carli: “Complimenti al presidente, mossa intelligente. Ne ho apprezzato le qualità“.

 

Articolo precedenteNapoli, l’obiettivo è il rinnovo di Koulibaly
Articolo successivoInter, si ferma Lautaro Martinez: due settimane di stop

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui