[df-subtitle]Maran in vista di Cagliari – Palermo[/df-subtitle]

Rolando Maran, tecnico del Cagliari ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara interna di Coppa Italia contro il Palermo. Le sue dichiarazioni:

Dopo step via via superati in crescendo, dobbiamo confermali anche domani. E’ una competizione che vogliamo onorare al meglio, confermare i miglioramenti e crescere anche attraverso questa partita che nasconde delle insidie. In questi periodi, le categorie si livellano e ci possono essere partite equilibrate“.

Si vuole far bene a distanza di pochi giorni dall’amichevole contro l’Atletico Madrid: “C’è molta curiosità, vedere la squadra in aspetti diversi e situazioni diverse va a completare la nostra crescita. Con la squadra ho parlato chiaro: non bisogna mai sbagliare l’approccio, lavoriamo tutta la settimana per farci trovare pronti alla partita sotto tutti i punti di vista“.

Non si deve snobbare la competizione perché…: “Per l’importanza della gara, perché vogliamo andare avanti, non vogliamo rimproverarci nulla a fine partita: la Coppa Italia permette a tutti quanti di scendere in campo, non possiamo permetterci di fare discorsi diversi“.

Il Palermo:Il nostro lavoro è vedere gli avversari per capire le peculiarità e potenzialità. Le squadre che puntano a vincere il campionato di Serie B hanno organici importanti ma al di là di questo dobbiamo pensare a quello che dobbiamo fare in campo. Se non affrontiamo la gara con la mentalità giusta… sappiamo che ci saranno momenti dove si soffrirà ma sono concentrato su quello che può mettere in campo la mia squadra“.

Joao Pedro si riavvicina al rientro:Contento per la squadra, per i nostri tifosi, per me. A livello mentale può lavorare con un obiettivo determinato“.

Il mercato:Soddisfatto di come stanno lavorando i ragazzi, per un allenatore è un buon punto di partenza. Mi auguro di tenere tutti con me al di là di qualche esigenza. Questo gruppo ha fatto squadra“.

Articolo precedenteMilan, Locatelli passa al Sassuolo
Articolo successivoDal Portogallo, guai clinici e contrattuali per Stefano Sturaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui