Domani pomeriggio alle 18 Cagliari e Lazio scenderanno in campo in occasione della 36esima giornata di campionato. I sardi, nonostante la sconfitta contro il Napoli, hanno raggiunto la salvezza matematicamente. Tuttavia, mister Maran ha dichiarato più volte di avere come obiettivo il posizionamento al decimo posto. Alla vigilia del match, l’allenatore del Cagliari, che domani non sarà presente in panchina a causa della squalifica, è intervenuto in conferenza stampa per incontrare i giornalisti. Queste le sue dichiarazioni:

Domani sarà assente per squalifica.
Mi piacerebbe essere accanto alla squadra, ma al mio posto ci sarà Maraner. Mi dispiace, ma a Napoli non ho usato parole irriguardose. Gli animi si sono scaldati, perchè avevamo la sensazione che ci fosse un errore, ma non ho mancato di rispetto all’arbitro. I nostri arbitri hanno grande preparazione e anche una grande pressione. Il VAR aiuta, ma a volte accende ragionamenti che dal campo non si percepiscono. Tuttavia, credo che in generale il Var abbia diminuito gli errori”.

La sconfitta contro il Napoli.
“Lunedì abbiamo analizzato la prestazione. Ma non dobbiamo limitarci al risultato, perchè ci sono anche i miglioramenti. Siamo certamente rammaricati per la sconfitta, ma bisogna essere lucidi nell’analizzare il nostro gioco. Cosa resta della partita contro il Napoli? La consapevolezza di aver fatto del nostro meglio. Abbiamo dato tutto”.

La Lazio.
“E’ una delle squadre più forti del campionato, sono sorpreso della posizione in classifica. Ne è la prova la finale di Coppa Italia. Sarà una partita difficile, perchè ti aspettano, ti fanno rallentare e poi attaccano. Domani bisogna stare attenti, ma abbiamo voglia di portare a casa i tre punti e siamo carichi. Inzaghi sceglierà il turnover? Non mi fido”.

La probabile formazione.
“Non provo mai un undici titolare in allenamento. Voglio che i ragazzi sappiano che hanno tutti le stesse possibilità di scendere in campo dal primo minuto. Ceppitelli ha un’infiammazione al tendine e non sarà convocato. Per quanto riguarda il trequartista posso scegliere tra Barella e Birsa, ma è importante avere una scelta. Cerri e Pavoletti possono giocare insieme, perchè hanno caratteristiche diverse. Lykogiannis o Pellegrini? Il greco sta vivendo il periodo migliore da quando sono qui. Hanno caratteristiche simili”.

Articolo precedenteDalla Spagna: Rakitic vicino all’Inter!
Articolo successivoRoma, Ranieri: “Il mio lavoro termina a fine campionato. Gap con la Juve? Senza uno stadio…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui