[df-subtitle]Cafu: “Zaniolo lo vuole la Juve? Allora vuol dire che è veramente forte, ma dipende da lui”[/df-subtitle]

(Adnkronos) – Zaniolo? Può ancora esplodere ancora, è giovane e può fare ancora molto per questa squadra, però bisogna dargli tempo, non può succedere in maniera immediata. Il tifoso vuole che faccia subito la differenza ma si ritroveranno un grandissimo calciatore. Assomiglia a Kaka’? Non credo vadano fatti paragoni con altri giocatori. Kaka’ è Kaka’ e ognuno deve cercare la sua posizione in campo e all’interno della squadra. Kaka’ ha fatto bene, è stato il migliore del mondo e questo non si discute. Zaniolo lo deve ancora dimostrare ma può diventare il migliore del mondo”. È questa l’opinione del brasiliano Cafu in una intervista all’Adnkronos, sul giovane Zaniolo. L’esterno verdeoro, tanti anni alla Roma, conosce bene l’ambiente giallorosso. “La Juve lo vorrebbe? Se la Juve gli ha messo gli occhi sopra vuol dire che è veramente bravo, ma la decisione di restare o meno a Roma è sua, non possiamo essere noi a decidere. Certo che vorremmo nella nostra squadra tutti grandi giocatori per fare bene e magari cercare di vincere uno scudetto che da un po’ di tempo non si riesce a vincere”, ha aggiunto Cafu a Montecarlo per i Laureus World Sports Awards. “La Roma può andare avanti in Champions con il Porto? Si può andare avanti, ma si deve avere la mentalità vincente, la mentalità di chi può vincere la Champions League, non è facile ma bisogna crederci”. 

 

[df-subtitle]Cafu: “Questo Milan ha proprio la faccia di Gattuso”[/df-subtitle]

“Il Milan oggi ha proprio la faccia di Gattuso. Gioca con la grinta e con il cuore. Spero che Gattuso possa fare ancora bene”. Sono le parole dell’ex esterno brasiliano del Milan, Cafu, una intervista all’Adnkronos parlando del suo ex compagno di squadra in rossonero e oggi tecnico del Milan, Rino Gattuso. “La vittoria con l’Atalanta poi è ancora più importante perché da molto mio non si riusciva a vincere e fare una bella partita fuori casa, è sempre stata tosta e difficile ma Rino è riuscito a portare tre punti importanti a casa”, ha aggiunto il brasiliano che lascia aperta la corsa Champions. “È ancora tutta da giocare, in campionato la Juve e molto più avanti in classifica, ma per un posto in Champions ci sono tante squadre in corsa”.

 

[df-subtitle]Cafu: “Paqueta’ non è sorpresa ma bravo ad adattarsi subito. Consiglierei Pedrinho del Corinthians”[/df-subtitle]

Paqueta’? E’ una sorpresa per tutti gli italiani, ma non per noi brasiliani. Lo conosciamo bene, sapevamo che non era una sorpresa, bastava farlo giocare e dargli tempo di adattarsi ad un campionato molto difficile come quello italiano. E lui ha avuto la sua opportunità e fino ad ora l’ha sfruttata bene, giocando titolare. Questo è molto importante e speriamo possa continuare cosi”. Sono le parole del ‘pendolino’ Cafu all’Adnkronos sul connazionale Lucas Paqueta’ arrivato a gennaio al Milan.

“Giocatore importante anche per il Brasile? Si, per noi è buonissimo vedere che sta giocando e sta bene, abbiamo dei giocatori importanti giovani in tutto il mondo e Paqueta’ è uno di questi. Piatek? ha segnato subito, c’è l’aria buona a Milano….” ha aggiunto con il suo sorriso Cafu. “Chi arriva li deve capire subito che è una società che punta a vincere sempre qualcosa di importante. È bravo e può fare molto bene con questa squadra”, ha proseguito il brasiliano a Montecarlo per i Laureus sport Awards.

“Un nome che consiglierei? Pedrinho del Corinthians. Neymar? Non sappiamo quando tornerà ma è molto importante per il Brasile. Se sta bene fa la differenza da solo, senza di lui il Brasile è una nazionale come tante altre”, ha aggiunto Cafu.

Articolo precedenteWenger: “Il mio futuro? E’ sconosciuto anche a me”
Articolo successivoJuventus, Alex Sandro: “Atletico Madrid come noi in campo per vincere, Champions diversa dal campionato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui