La Bundesliga continua a regalare emozioni e colpi di scena anche nelle 31° giornata, dove si è assistito al clamoroso crollo del Borussia Dortmund nel derby della Ruhr con lo Schalke o4.

Il Revierderby

I derby sono storicamente partite con una storia che prescinde dalle posizioni in classifica delle due contendenti, quasi come due “partite secche” incastrate nello schematico calendario di un campionato. L’ennesima conferma è stato proprio il Revierderby, con i secondi della classe del Borussia Dortmund che avrebbero dovuto battere agevolmente i rivali dello Schalke impantanati al quart’utlimo posto, per dar seguito al sogno Meisterschale e scavalcare nuovamente il Bayern Monaco. E invece gli uomini di Stevens si sono travestiti da Davide e hanno buttato giù il gigante Golia in casa propria.

E pensare che i gialloneri erano riusciti ad andare subito in vantaggio con Gotze, smarcato da una magia del talentuoso Sancho. Vantaggio che dura poco, infatti al 18′, un intervento scomposto di Weigl in area di rigore è punito con il calcio di rigore per gli ospiti. Dal dischetto Caligiuri non sbaglia. A ribaltare la situazione, al 28′, arriva la frustata di testa di Sanè su azione d’angolo, che permette ai RoyalBlue di andare al riposo in vantaggio.

Nella ripresa le cose per il BVB peggiorano, con Reus espulso a seguito di un fallaccio commesso su Serdar. Sulla punizione successiva, Caligiuri, ancora lui, si inventa una parabola straordinaria che si infila alle spalle di Burki. Ai padroni di casa saltano i nervi, e al 65′ arriva la seconda espulsione di giornata, stavolta per Weigl, che stende da dietro lo scatenato Serdar. Ridotto in 9 uomini, il Dortmund, riesce però a riportarsi in partita al minuto 84, quando Witsel, da due passi, accorcia le distanze. Tutto inutile, poichè, passano soltanto due minuti ed Embolo chiude definitivamente i gioco con il gol del 2-4.

Sconfitta bruciante per gli uomini di Favre, che può significare addio ai sogni di gloria, con il Bayern Monaco, che ha fine giornata, potrebbe ritrovarsi con un vantaggio di 4 punti sui gialloneri.

[df-subtitle]Le altre[/df-subtitle]

Chi non si ferma più invece è il Lipsia, che continua la sua striscia di vittorie battendo 2-1 il Friburgo. Firme d’autore per Tori Rossi, a segno con Werner al 19′, e con Forsberg (rigore) al 78′ , che rendono vano il momentaneo pareggio siglato da Grifo al minuto 66. Lipsia che blinda cosi il terzo posto, approfittando del contemporaneo pari occhialuto tra Eintracht Francoforte e Hertha Berlino.

Vincono Stoccarda, Hannover e Dusseldorf, rispettivamente contro Monchegladbach, Mainz e Werder Brema.

[df-subtitle]BUNDESLIGA 31° GIORNATA[/df-subtitle]

  • Venerdi 26 aprile

Augsburg-Bayer Leverkusen 1-4 ( 12′ Danso, 15′ Volland, 48′ Havertz, 60′ Tah, 88′ Brandt)

  • Sabato 27 aprile

Borussia Dortmund-Schalke 04 2-4 (14′ Gotze, 18′ rig. e 62′ Caligiuri, 28′ Sané, 85′ Witsel, 86′ Embolo)

Fortuna Dusseldorf-Werder Brema 4-1 (1′ Raman, 22′ Karaman, 28′ rig. Kruse, 56′ Hennings, 73′ Suttner)

Eintracht Francoforte-Hertha Berlino 0-0

Hannover-Mainz 1-0 (66′ Weydandt)

Lipsia-Friburgo 2-1 (19′ Werner, 66′ Grifo, 78′ rig. Forsberg)

Stoccarda-Monchengladbach 1-0 ( 56′ Donis)

  • Domenica 28 aprile

Hoffenheim-Wolfsburg

Norimberga-Bayern Monaco

Classifica:

 

 

Articolo precedenteRennes, Niang vuole restare: “Il Torino non è il posto giusto per me”
Articolo successivoStadio EC, Chievo – Parma 1-1: a Kucka risponde Meggiorini [LIVE]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui