Buffon e Higuain oltre ogni limite: Juve e Napoli volano grazie ai loro record

Buffon e Higuain oltre ogni limite: Juve e Napoli volano grazie ai loro record

Record di imbattibilità per il portierone bianconero, l'argentino punta invece il primato di Nordhal (35 gol)

BUFFON E HIGUAIN, NUMERI E RECORD E DA SCUDETTO – La mole di polemiche creatasi attorno all’ultima giornata di campionato ha rischiato di far passare quasi in secondo piano i numeri di due campioni straordinari. Due calciatori che occupano zone opposte all’interno del rettangolo di gioco e che grazie ai loro numeri da record stanno riscrivendo la storia e, soprattutto, trascinando Juventus e Napoli verso una grande volata Scudetto.

Uno ha il compito di impedire che gli altri segnino, ma la particolarità è che ci è riuscito ai massimi livelli per anni e con una continuità fuori dal comune. Gianluigi Buffon, dopo aver subito gol da Cassano al termine del girone di andata, ha deciso di sbarrare la porta della Juventus, rendendola inviolata per 973 minuti. Superato il record di imbattibilità che fino a ieri deteneva Sebastiano Rossi. Ci è voluto un rigore di Belotti nel derby per interrompere la striscia del numero uno bianconero, che dopo la sosta e gli impegni con la Nazionale punterà a mantenere una retroguardia solida per centrare il quinto scudetto consecutivo. Un record, quello di Buffon, che egli stesso ha voluto condividere proprio con tutta la squadra, che dopo la sconfitta contro il Sassuolo ha cambiato direzione e remato dalla stessa parte, infilando in 20 partite 19 successi e un pareggio.

Tiene il passo però il Napoli di Gonzalo Higuain. Sarebbe meglio dire “di Maurizio Sarri”, considerando il grande lavoro svolto dall’ex tecnico dell’Empoli sulla panchina partenopea. Ma i numeri dell’argentino sono mostruosi, il suo apporto in termini realizzativi e di personalità è troppo grande per non issarlo in vetta nella scala dei meriti. 29 gol in 30 partite di campionato: statistiche che in prospettiva vanno a minare il record assoluto di reti che per ora spetta a Nordhal (35). Ma con otto giornate di campionato ancora da giocare e il tricolore messo nel mirino, ci sono buone possibilità che l’ex Real Madrid non si fermerà qui. Anche in questo caso parliamo di un singolo le cui doti sono esaltate dal collettivo, ed è proprio qui il segreto alla base dei successi delle prime due della classe.

E’ quasi un peccato che la sosta vada ad interrompere le prodezze di questi due atleti fuori dal comune per mentalità e abnegazione. La certezza, però, è che alla ripresa entrambi riprenderanno da dove hanno interrotto, dando tutto se stessi per portare Juventus e Napoli al traguardo finale: chi la spunterà?

 

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply