BRUNO FUCHS – In principio era l’Arsenal, poi il Milan, nelle ultime ore si è accodata anche l’Ajax. Su Bruno Fuchs da settimane si fa forte il pressing di diverse squadre europee. Andiamo a vedere chi è il giocatore brasiliano.

Bruno de Lara Fuchs, detto Bruno Fuchs, nasce a Ponta Grossa in Brasile nello stato del Paraná, il 1° aprile del 1999 ed è un difensore centrale. Fisicamente giusto quello poteva fare, verrebbe da dire. Alto 191 centimetri per 82 chili lo puoi mettere o davanti a incornare verso la rete o dietro a scornarsi con gli attaccanti avversari. Ed è proprio come difensore, zagueiro dicono in Brasile, che ha mostrato le sue doti migliori.

Cresciuto nello Sport Club Internacional o meglio conosciuto come Internacional di Porto Alegre, la storica squadra biancorossa che vive da sempre uno dei derby più conosciuti del calcio brasiliano, quello contro il Gremio, Bruno Fuchs ha collezionato 14 presenze in prima squadra.

Ha esordito nel 2019 nel campionato brasiliano contro il Ceará Sporting Club. Quel giorno, raccontano in Brasile, dopo aver giocato 77 minuti è uscito per i crampi – arrivava da un infortunio. Uscendo però, Fuchs ha dovuto negare una gioia ai suoi tifosi che lo chiamavano dagli spalti per ricevere la sua maglietta.

«È la maglietta del mio debutto in prima squadra. Non potevo regalarla» racconta il giovane difensore «Gioco qui da dieci anni e questa maglia la conserverò in bacheca».

Alto, biondo, difensore centrale abile soprattutto nei contrasti aerei, è considerato uno dei talenti più interessanti del calcio brasiliano. Questo nonostante la poca esperienza maturata in questi anni. Per un calcio carioca che da sempre esporta talenti molto più giovani in giro per il mondo. Di recente Fuchs è balzato agli onori della cronaca per aver vinto “il controller d’oro” rivelandosi il più forte in un torneo di Pro Evolution Soccer organizzato in Brasile e che ha coinvolto diversi giocatori del suo paese.

Ha difeso la maglia della nazionale del suo paese anche nel torneo di qualificazione olimpica e ha conquistato il prestigioso titolo internazionale nel Torneo di Tolone mentre nella stagione 2020 ha vestito per 4 volte la maglia dell’Internacional in altrettanti match di Copa Libertadores.

L’Arsenal, sempre attenta ai migliori prospetti in giro per il mondo lo segue da diverse settimane, vogliosa di ringiovanire il reparto difensivo. Nelle ultime ore, però, è da riportare l’interessamento anche da parte di Milan e Ajax. Secondo alcuni media italiani, la cifra per il suo cartellino si aggirerebbe intorno ai 15 milioni.

Articolo precedenteCoppa Italia il 13 giugno: Inter e Milan non ci stanno
Articolo successivoFiorentina Milenkovic: “Milan e Napoli? Fa piacere, ma penso solo ai viola”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui