Bonucci alla Roma: il trasferimento dell’ex centrale della Juventus in giallorosso sarebbe stato bloccato dalla famiglia Friedkin

Quando sembravano essere maturi i tempi per l’annuncio di Leonardo Bonucci quale nuovo centrale della Roma per attribuire qualità ed esperienza ad un reparto privo della certezza rappresentata da Smalling, alle prese con l’infortunio di Kumbulla e con la partenza di Ndicka per la Coppa d’Africa, i Friedkin avrebbero posto il veto decisivo per la fumata bianca dell’affare.

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, infatti, il trasferimento dell’ex centrale della Juventus sulle sponde giallorosse del Tevere sarebbe saltato per questioni economiche, più che per un fattore ambientale dettato dall’insurrezione social di molti sostenitori del club.

Il tutto, nonostante la trattativa sembrava stesse procedendo in maniera spedita, considerando la volontà dello stesso numero 19 di ridursi l’ingaggio pur di archiviare la controversa esperienza all’Union Berlino.

La società non riterrebbe congruo un investimento di almeno 2 milioni di euro d’ingaggio per un calciatore trentaseienne, contrario alla nuova politica attuata dal club in ottica di future revisione dei conti, come annunciato dallo stesso Mourinho qualche settimana fa. L’imminente rientro dello stesso Renato Sanches verso Parigi, va intravisto proprio in questi termini, per l’appunto.

La Roma, dunque, a meno di clamorose sorprese nel corso della sessione invernale, colmerà le lacune difensive andando alla ricerca di altri profili più giovani e futuribili. Tutte le strade di Leonardo Bonucci, a questo punto, non condurranno certamente a Roma.

 

Oltre all’articolo: “Bonucci alla Roma, le ultime novità: i Friedkin pongono il veto”, leggi anche:

Articolo precedenteJuve-Napoli, si accende il duello sul mercato per Hojbjerg
Articolo successivoProroga Decreto Crescita abolita, comunicato della Lega Serie A

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui