BOLOGNA TOMIYASU – Una delle rivelazioni di questo inizio di campionato è stato Takehiro Tomiyasu, terzino destro giapponese approdato in estate al Bologna.

Il giocatore ha rilasciato una lunga intervista a “Il Resto del Carlino“. Queste le sue parole: “Noi siamo una famiglia, ci aiutiamo molto in spogliatoio. C’è affetto reciproco tra noi e Mihajlovic. Andarlo a trovare in ospedale al ritorno da Brescia è stato qualcosa di improvviso e incredibile. Dal vivo lo avrò visto solo un paio di volte, le altre in video conferenza. E’ ovviamente strano, non mi sono mai trovato in una situazione del genere, ma stiamo cercando di venirne fuori insieme.

Nakata e Zaccheroni? So chi sono, ma non li ho mai incontrati di persona. Dell’Italia mi ha parlato Pol Garcia, che giocava con me nel Sint-Truiden. Mi ha detto che la Serie A è l’ideale per migliorare come difensore. Ho parlato anche con Nagatomo, che mi ha detto che qui sarebbe stato difficile ma che mi avrebbe dato tanto. Il Bologna è il club che ha dimostrato di volermi più di tutti. Ho pensato che qui avrei avuto la possibilità di crescere sotto ogni punto di vista“.

BOLOGNA TOMIYASU – Prosegue: “Dobbiamo cancellare il primo tempo di Brescia, poi per fortuna siamo riusciti a reagire di squadra: Mihajlovic era davvero arrabbiato. Domenica arriva la Roma, che è molto forte. Dovremo difendere in maniera compatta. Il mio obiettivo è quello di giocare tanto, perché so di poter migliorare. A livello di squadra, l’obiettivo è l’Europa League“.

Articolo precedenteDavid Silva dice “sì” a Beckham: vicinissimo l’accordo con l’Inter Miami
Articolo successivoMilan, Giampaolo: “Giocherà Conti, il derby fa storia da sé”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui