BOLOGNA ORSOLINI – Intervistato da “La Gazzetta dello Sport“, Riccardo Orsolini ha ribadito il suo forte legame con Bologna e il Bologna, di cui è un vero e proprio leader.

Queste le sue parole: “Perché sono “esploso” quest’anno? Per la fiducia del club, della gente, dello staff tecnico, di Sinisa e in me stesso. Tutto questo ti porta stimoli, cose buone e coraggio nel cercarne altre.

Sul mercato l’ultima parola spetta alla società. Io a Bologna sto da dio, la amo, ho scelto di restare. La società ha detto che sono incedibile? E allora non ne parliamo nemmeno. Qui vado al campo col sorriso, mi sento importante e capisco benissimo chi gioca poco. È frustrante. Io invece sono felice. Mi diverto. Gioco“.

BOLOGNA ORSOLINI – Prosegue: “Mihajlovic? Scherzando mi dice: “Non saresti un c… senza di me”. Fra me e lui si è creata una chimica che non mi aspettavo: il suo arrivo è calzato a pennello, mi ha acceso la luce, sì. E gli voglio bene.

Euro 2020? Giusto sia stato rinviato, ma sono sincero: ho rosicato. Ci credevo, mi piaceva immaginare la vita dentro una manifestazione così, in azzurro. Mancini? Non mi aveva detto nulla, ma ero ansioso di giocarmela. Continuerò a farlo“.

Articolo precedenteMercato Liverpool difesa, ecco i nomi per il dopo Lovren
Articolo successivoLipsia Schick: “Venire qui scelta giusta, ora punto alla Premier”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui