Bologna, Bigon – Riccardo Bigon, Direttore Sportivo del Bologna, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Sky Sport” nelle quali ha parlato del mercato del club rossoblu. Il ds ha trattato il tema riguardante le trattative per Arnautovic e Tomiyasu, dicendo la sua, inoltre, sui nuovi arrivati Bonifazi e Van Hooijdonk.

Bologna, Bigon – Queste le sue parole:

Su Arnautovic

“Siamo in una fase di trattativa aperta e, in quanto tale, presuppone un batti e ribatti. Difficile dire quando si concluderà. Noi la stiamo portando avanti da parecchio tempo perché crediamo che sia un profilo adatto a noi, ma abbiamo anche delle alternative che in questo momento stiamo tenendo in secondo piano. Vogliamo provare ad arrivare alla conclusione di questa trattativa, ma è difficile fare previsioni da parte nostra che non siamo i proprietari del giocatore. Quanta distanza c’è? Rispetto all’operazione che ci era stata proposta sono cambiati dei termini, di conseguenza sono cambiate anche le nostre esigenze e le nostre risposte. Quando cambiano le carte in tavola, bisogna riadattarsi e capire fino a che punto spingere. Noi siamo il Bologna e dobbiamo portare avanti le linee guida del club. In ogni caso vogliamo provare a chiudere la trattativa”.

Su Tomiyasu

“Le squadre interessate sono più di una e noi non abbiamo l’urgenza di vendere. Quando chiama la Premier League, chiaramente, per un giocatore è difficile rimanere indifferente. Ma noi vogliamo aspettare che le condizioni siano favorevoli sia per noi che per il ragazzo. Almeno tre club si sono mossi e hanno chiesto informazioni. Ora sono alla finestra per capire quello che succederà. Il giocatore al momento è alle Olimpiadi, per questo non c’è fretta di chiudere”.

Sui nuovi acquisti

“Abbiamo acquistato Van Hooijdonk  e Bonifazi, oltre ad altri giovani interessanti. Van Hooijdonk è arrivato dalla Serie B olandese, non bisogna caricarlo di aspettative ma si è inserito bene e ha grande voglia di fare. Bonifazi è un giocatore già pronto, con molte presenze in A. Si è inserito molto bene nel gruppo, da quattro anni stiamo andando avanti con un progetto tecnico consolidato e per questo è ancora più facile inserirsi. Al momento ci mancano sette giocatori che sono per noi dei titolari come ad esempio Barrow, Skov Olsen, Tomiyasu, Medel, Dominguez. La rosa è competitiva e vogliamo crescere ancora”.

Articolo precedenteNapoli, l’ Atletico piomba su Di Lorenzo: il terzino per il dopo Trippier
Articolo successivoMercato Pellè: Il centravanti potrebbe fare ritorno al Feyenoord

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui