Bologna Atalanta, la conferenza di Gasperini

BOLOGNA ATALANTA/ Dopo la sbornia della Champions, domani l’Atalanta si deve rituffare nel campionato. Prossimo ostacolo sul cammino della Dea è il Bologna di Mihajlovic, squadra in difficoltà, ma Gasperini non vuole cali di tensione.

Come ogni vigilia, ecco i punti salienti della conferenza stampa tenuta poche ore fa dal tecnico nerazzurro.

ALTRA BATTAGLIA- “L’Atalanta da sempre ha un settore giovanile importante in Italia, anche per la qualità dei giocatori. In questo momento ha anche dei risultati di squadra importanti, a livello europeo. È una consacrazione. Domani si rientra nel campionato, le partite sono tutte complicate. Ultimamente loro hanno problemi di risultati, ma Bologna è sempre un campo difficile. Dobbiamo essere bravi a giocare dopo questa gara e rientrare nel campionato. Come succede spesso bisogna resettare tutto e prendere le cose buone“.

SU GOMEZ E ILICIC-Preoccupa Gomez, speriamo che Ilicic possa recuperare con il Milan. Il Papu ha subito una forte contusione, ieri questo dolore lo ha limitato ma valutiamo oggi. Questi infortuni si recuperano in fretta“.

CORSA LLA CHAMPIONS- L’esperienza ce la stiamo portando dietro anche in campionato, credo che più che le partite abbiamo pagato le assenze di Ilicic e Zapata. La corsa al quarto posto? Non lo so, non è proponibile faremo il massimo. Adesso mancano tante giornate, la Lazio sta facendo diversi record. Tutte corrono, non è il momento di porre degli obiettivi“.

NIENTE PRETESE- Non ho voglia di pensarci, ci penseremo lunedì. Quella che sarà sarà, lasciamo che le cose vadano e aspettiamo il sorteggio. Dobbiamo essere bravi a pensare a Bologna. Dobbiamo prendere lo slancio dopo questa sbornia“.

SUL BOLOGNA- È un’ottima squadra, in casa non è riuscita ad ottenere alcuni risultati. Ha fatto un girone di ritorno positivo nello scorso campionato, è partita con ambizioni simili a quelle dello scorso anno, ma il campionato è questo. Noi siamo in un buon momento, abbiamo fiducia nel gioco: riusciamo ad esprimerci bene, andiamo a Bologna con l’intenzione di prolungare il momento. È un avversario temibile, al di là della mancanza di risultati“.

MERCATO FORSE- Abbiamo comunque visto che non servono 28 giocatori. 15-16 giocatori sono sufficienti per affrontare i momenti in cui ci sono assenze. Se mancano pezzi importanti tutti hanno difficoltà. A me non serve parlare di mercato, dipende sempre quale saranno le scelte della società. L’infortunio di Zapata è una cosa imprevedibile, adesso stiamo aspettando tutti la sosta, ma è una sola settimana. Sarà solo di una domenica. Non farei molto affidamento su questo, poi il mercato inizia al 2 gennaio ma se ne parla fino al 31 agosto. Non ci sono particolari situazioni. Quello che posso chiedere è un po’ di fortuna per quanto riguarda gli infortuni. Poi bisogna vedere se puntare sul settore giovanile o meno, se si vuole cambiare mercato o meno. Se hai giocatori duttili loro ti danno tutto“.

Leggi anche:

Serie B, Chievo – Juve Stabia apre la 16esima giornata [LIVE]

 

Articolo precedenteNapoli Zola alla Gazzetta: “Sono dispiaciuto. Gattuso riporterà equilibrio…”
Articolo successivoMilan, Pioli: “Caldara pronto. Col Sassuolo è fondamentale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui