Il Benfica di Nélson Verissimo batte 2-1 lo Estoril Praia, e vola anche in campionato.

Dopo la qualificazione ai quarti di Champions League contro l’Ajax, il collettivo incarnato convince – e vince – con una ottima prestazione anche in campionato.

La 28° giornata della Lega Portoghese, ha visto le aquile, terzi in classifica, affrontare i canarini dello Estoril Praia, settima forza della lega.

La gara ha regalato abbastanza emozioni e opportunità; soprattutto nel primo tempo, visto che la squadra di casa ha creato molte occasioni da gol. Fin dai primissimi minuti le due compagini si sono affrontate a viso aperto, ma il dominio del Benfica è stato evidente per buona parte della gara.

I padroni di casa partono forte fin dai primi minuti, tanto che al 2’ ci prova già Gonçalo Ramos a spaventare gli avversari, con un diagonale dalla sinistra; bloccato tempestivamente da Dani.

Un minuto dopo è la volta di Everton di tentare il tiro sempre dal lato sinistro dell’area di rigore, ma nuovamente la palla non buca la porta.

Gli incarnati schiacciano gli avversari nella propria metà tempo, ma pian piano lo Estoril Praia tenta di uscire per affacciarsi a sua volta alla porta di Odysseias.

Al 5’ però, arriva una opportunità per i padroni di casa, con Grimaldo, che trova un attento Dani ad opporsi nuovamente.

Tre minuti dopo, lo Estoril riesce a creare la sua prima vera occasione: Jordi dalla sinistra tenta di staccare di testa un buon cross, ma Odysseias reagisce prontamente.

Nonostante un buon possesso palla delle aquile, e le ripetute incursioni nell’area avversaria, la squadra di Pinheiro comincia a crescere, tentando di attaccare il Benfica per le linee centrali.

Al 17’ Franco tenta un tiro dalla destra del limite dell’area di rigore, ma Odysseias è attento e gli toglie la soddisfazione del gol.

Le opportunità arrivano incessanti, così come la pioggia battente sullo Stadio da Luz. Al 20’ Everton crossa in mezzo per Gonçalo Ramos che, di testa, non inquadra per poco la porta, mandando la palla sopra la traversa.

Sempre di testa, questa volta con Otamendi, il Benfica spaventa nuovamente lo Estoril, ma il numero 30 incarnato mette la sfera ancora di poco fuori.

Al 33’ arriva però il meritato gol del vantaggio per i padroni di casa. Calcio d’angolo rasoterra dello Estoril, con Rafa posizionato a pochi metri, che intercetta e recupera la sfera andando in accelerazione per oltre 50 metri; portandosi dietro tre difensori avversari, e insaccando facilmente Dani per l’1-0 benfichista.

Prima del meritato riposo, al 42’, Mboula tenta di portare la sua squadra al pareggio; ma la sua conclusione di poco non trova la porta.

Il secondo tempo è meno spettacolare del primo, ma le due squadre continuano a ritmi alti, con lo Estroril che tenta di trovare la quadratura del cerchio, e il Benfica che preme per raddoppiare nel tabellone.

Al 47’ il Benfica perde una palla in mezzo al campo, recuperata dagli avversari che crossano nell’area di rigore, trovando Franco pronto dall’altro lato per un sinsitro rasoterra; ma Vertonghen salva tutto sulla linea.

Sei minuti dopo però è il Benfica a mettere il secondo sigillo sulla partita: triangolazione tra Grimaldo e Gonçalo Ramos nell’area di rigore dello Estoril, con ques’ultimo che finalizza per il 2-0.

Nonstante lo svantaggio, i canarini tentano ancora di aprirsi dei varchi nella difesa benfichista, ma con scarso successo.

Contrariamente, dall’altro lato, il Benfica cresce ancora di più, cercando e sfiorando il terzo gol; prima con Rafa, che dal limite dell’area di rigore, libera un tiro velenoso, che Dani mette fuori con le dita. Poi, ci prova anche Araujo all’86’, con diagonale, ma la palla va fuori di un soffio.

Sul finale, al 92′, Franco segna il gol della bandiera per i canarini, con un diagonale rasoterra a cui Odysseias non puà opporsi.

Finisce 2-1 per il Benfica che, continua il suo momento positivo, e che avrà opportunità di rifiatare, vista la pausa per le nazionali impegnate nei play off del mondiale.

Tabellino:

S.L. Benfica – Estoril Praia 2-1 (33’ Rafa, 53’ Gonçalo Ramos, 92’ Franco)

Benfica: (4-4-2): Odysseias, Gilberto, Otamendi, Vertonghen, Grimaldo, Weigl, Meite, Rafa, Everton, Gonçalo Ramos, Yremchuk. All: Nélson Verissimo.

Estoril Praia (4-5-1): Dani, Soria, Ferraresi, Raul ilva, Joazinho, Gamboa, F. Geraldes, Franco, Jordi Mboula, Ruiz, Arthur Gomes. All: Bruno Pinheiro.

Arbitro: Nuno Almeida Arbitro

Foto: Stefani Costa/EuropaCalcio.it

Articolo precedenteTreviso Zanuttig: “Oggi contava solo il risultato. Sulla classifica…”
Articolo successivoBalotelli si confessa: “se non fosse per ADL sarei a Napoli da 10 anni”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui