[df-subtitle]L’ex Juventus lo scorso settembre aveva aggredito un tassista [/df-subtitle]L’attaccante danese Niklas Bendtner è stato condannato a 50 giorni di reclusione per l’aggressione ad un tassista avvenuta lo scorso settembre. In quell’occasione, il centravanti del Rosenborg, dopo aver trascorso la notte in un night-club di Copenaghen, aveva aggredito un tassista con calci e pugni rompendogli la mandibola.

Niente sconto di pena quindi per il 30enne ex Juventus, che inoltre sarà costretto ad un risarcimento danni di 11300 corone, circa 1500 euro.

Articolo precedenteSarri, il padre sull’addio al Napoli: “Sarebbe rimasto volentieri…”
Articolo successivoBayern, K.P.Boateng difende Kovac: “Porterà la squadra in vetta”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui