Finisce 3-3 il posticipo serale tra Fiorentina e Inter. Per i nerazzurri è un punto piuttosto amaro, i quanto la squadra di Pioli ha trovato il definitivo pari solo al 96′.

Già dopo 22 secondi la squadra di Pioli è in vantaggio con un autogol di de Vrij su tiro di Simeone, ma 4 minuti dopo l’Inter pareggia con il classico gol dell’ex di Vecino, bravo a infilare Lafont con tocco ravvicinato.

E al 40′, dopo una predominanza generale, i nerazzurri segnano il raddoppio con Politano, che batte il portiere viola con un potente e preciso tiro a giro da fuori area. Si va all’intervallo sull’1-2.

Nella ripresa la Fiorentina è più aggressiva, ma poco dopo il 50′ viene assegnato un rigore all’Inter con Perisic che non sbaglia. I viola però, specie con l’ingresso di Muriel, spingono, e poco dopo segnano con Biraghi il gol del 2-3, ma Abisso annulla dopo aver consultato il VAR: l’attaccante colombiano commette fallo su D’Ambrosio.

Ma al 74′ Muriel accorcia le distanze con un perfetto calcio di punizione imparabile per Handanovic. Il defintivo 3-3 arriva al 96′ con un rigore molto dubbio per un presunto fallo di mano in area di D’Ambrosio. Dal dischetto Veretout che non sbaglia: 3-3.

Articolo precedenteEFL Cup: Il City batte il Chelsea e si porta a casa la coppa
Articolo successivoFiorentina, Pioli: “Gara in cui si è giocato poco. Sul rigore…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui