Musa Barrow, centravanti gambiano, sta per congedarsi ufficialmente da Bologna a causa di continui dissidi con Thiago Motta: le parole

È il momento di dire addio al Bologna, ai miei compagni, ai dirigenti ed al suo splendido tifo, che ringrazio per il supporto dimostrato in questi anni vissuti qui. Non mi sento particolarmente coinvolto nel progetto per mancanza di stimoli, nello specifico con questo allenatore. Non mi nascondo, mi sono sempre preso le mie responsabilità nei confronti del Bologna e del calcio italiano. Proprio per questo, ritengo sia opportuno andare via fin da subito”. Il mercato in Europa si è appena concluso ma, i suoi effetti, sono già ben visibili in molti interpreti. Tra questi, rientra anche Musa Barrow, centravanti gambiano ormai in rotta con il Bologna.

Malgrado le dichiarazioni concilianti di Thiago Motta, intervenuto in merito alla situazione del classe 1998 al termine della vittoria nell’anticipo del sabato sul Cagliari, il calciatore ha replicato stizzito. Ai microfoni di Gianluca Di Marzio, il classe 1998 si è congedato dal club al termine di un match nel quale non figurava nella lista dei convocati (ufficialmente) per un infortunio muscolare. Secondo alcune indiscrezioni trapelate nelle ultime ore, il calciatore dovrebbe firmare un accordo con l’Al-Tawoon, club saudita che milita nel massimo campionato nazionale.

La campagna acquisti estiva è terminata praticamente ovunque, fatto eccezione per la Turchia e l’Arabia, pronta dunque ad accogliere un altro giocatore, l’ennesimo ormai, proveniente da un campionato europeo. Alla base delle motivazioni che spingeranno verso oriente anche Musa Barrow, ci sarebbero i dissidi con Thiago Motta, con il quale i rapporti non sarebbero mai decollati. L’entourage del calciatore è al lavoro per permettere di finalizzare un’operazione impostata da giorni, ma che potrebbe concretizzarsi entro giovedì 7 settembre, data di chiusura per la faraonica campagna acquisti araba.

Articolo precedenteDe Sanctis: “Dia non verrà convocato per Lecce”, scoppia il caso
Articolo successivoUFFICIALE Wijnaldum riparte dagli arabi dell’Al Ettifaq

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui