Barcellona-Yamal, è ufficiale il rinnovo – Adesso è finalmente ufficiale: il Barcellona blinda definitivamente uno dei suoi maggiori talenti, ovvero l’attaccante 16enne Lamine Yamal. Il gioiello originario della Guinea Equatoriale, infatti, ha sottoscritto in giornata il contratto che lo legherà al club catalano sino al 2026 all’ interno del quale, inoltre, è presente una clausola rescissoria davvero incredibile. La clausola in questione è la stessa utilizzata in precedenza per talenti del calibro di Ansu Fati e Gavi ed ammonta alla cifra monstre di un miliardo di Euro.

Barcellona-Yamal, ecco di seguito il comunicato del Barcellona:

FC Barcelona e Lamine Yamal hanno raggiunto un accordo per il rinnovo del suo contratto, che lo legherà al Club fino al 30 giugno 2026. La clausola rescissoria sarà di 1.000 milioni di euro. L’attaccante del Barça ha firmato il suo nuovo contratto lunedì mattina negli uffici della Ciutat Esportiva Joan Gamper, in un evento con il presidente dell’FC Barcelona, Joan Laporta, il vicepresidente Rafa Yuste, il direttore responsabile del calcio formativo, Joan Soler e il direttore sportivo del club, Anderson Luis de Souza “Deco”.

LEGGI ANCHE:

  1. Milan-Newcastle, Pioli: “Gruppo unito, forte, responsabile”
  2. Cagliari, Petagna: “Contento e a disposizione, mister Ranieri…”
  3. Verona, Sogliano: “Sarà difficile, il mercato…”
  4. Italia, Spalletti: “Felicità, sogno che parte da lontano. Napoli…”
  5. Gironi Europa League 2023/24, ecco tutti i gruppi
  6. Supercoppa europea, Man City-Siviglia si conclude ai rigori
  7. Community Shield, Manchester City vs Arsenal finisce con sorprese nel finale
  8. Sassuolo, Carnevali e il mercato: “Occhio a giovani di prospettiva. Rogerio, M. Lopez, Scamacca…”
  9. Juventus, Allegri: “Buona base e ambizione alta, Chiesa…”
  10. Mercato Real Madrid, Ancelotti: “Rosa di gran qualità. Mbappé…”
  11. Napoli, Garcia: “Buone sensazioni, modulo riduttivo”
  12. Mercato Verona, Saponara ufficiale

 

Articolo precedenteMilan, l’esito degli esami di Loftus-Cheek: fuori fino alla sosta
Articolo successivoDomenico Berardi, il Giustiziere di provincia: FOCUS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui