BARCELLONA PJANIC – Intervistato da “Mundo Deportivo“, Miralem Pjanic parla di questi suoi primi sei mesi al Barcellona. Nonostante lo scarso minutaggio, la mezzala bosniaca non intende affatto lasciare il club catalano.

Così l’ex Juve: “Quando sono arrivato, non l’ho fatto per andarmene dopo un anno. Ho firmato per fare la storia, in un club che era sulla mia strada da diverso tempo“.

BARCELLONA PJANIC – Prosegue: “Quando avevo 16 anni, mio padre incontrò i dirigenti del Barça, che volevano ingaggiarmi per il Barcellona B. Allora ero al Metz e non sapevamo renderci conto di quanto la seconda squadra fosse così importante in questo club. Ho deciso di iniziare la mia carriera in Francia, ma ho sempre seguito il percorso dei catalani. Due anni fa Abidal voleva ingaggiarmi, ne stavamo parlando. Poi però il club ha investito su Griezmann e non c’erano soldi per me… Ho dovuto aspettare due anni per vivere il sogno di essere un giocatore del Barcellona“.

Poi: “Il rapporto con Messi è spettacolare. Leo mi parla molto, mi spiega cose sull’ambiente che all’inizio mi sfuggivano. Ha avuto fiducia in me dal primo momento, incoraggiandomi e aiutandomi. Davvero spettacolare. Come calciatore, non ne vedremo mai un altro come lui. Non so cosa farà, ma vorrei essere al suo fianco per tanti anni“.

Articolo precedenteGenoa, parla Marroccu: “il futuro della squadra ripartirà da Ballardini”
Articolo successivoMercato Inter Muriel nuovo obiettivo per l’attacco: servono 30 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui