ATALANTA ZAPPACOSTA – Intervistato da La Gazzetta dello SportDavide Zappacosta ha ripercorso questa stagione all’Atalanta, culminata col grande ritorno in Europa League.

Così il terzino: “Un anno fa ero infortunato, in vacanza: non mi davo pace. Il mio ginocchio dopo l’operazione al crociato del 2019, ha bisogno di lavoro specifico in palestra: mi fregò un esercizio forse troppo ‘carico’, sentii una fitta al retto femorale. Pensai a una cosa da poco, e invece fra tutto ho perso tre mesi“.

ATALANTA ZAPPACOSTA – Prosegue: “Bergamo mi ha accolto due volte, prima da ragazzino e poi da uomo, a Bergamo ho fatto alcuni passi fra i più importanti della mia vita, dall’esordio in Serie A alla decisione di sposarmi, l’Atalanta mi ha fatto ritrovare la sicurezza giusta. Oggi hanno un posto importante nel mio cuore: ecco, mi piace risponderle così“.

Poi: “Non era né scontato tornare a giocare in Europa, né facile: abbiamo fatto una cosa straordinaria, serviva una spinta straordinaria“.

Infine su Gasperini: “Non ho mai pensato che potesse andare via. Era sempre il primo a spingere, a non mollare mai“.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteAtalanta, cresce l’ottimismo per l’obiettivo Bakker
Articolo successivoFenerbahce, Cuadrado valuta la proposta del club turco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui