[df-subtitle]Atalanta conquista 3 punti con merito grazie ai suoi difensori, autori di una grande prova per tutta la partita e capaci di sigillare il risultato firmando prima con Palomino il 2-0 e poi con Mancini il 3-0. In precedenza partita sbloccata da uno sfortunato autogol di Gagliolo[/df-subtitle]L’Atalanta di Gasperini conferma 10/11 della squadra vittoriosa a Verona contro il Chievo, mentre nel Parma fuori di nuovo Inglese, nemmeno convocato e alle prese con un problema alla schiena, ritorna dal 1′ Gervinho.

A Bergamo si gioca sotto una fitta pioggia che va via via intensificandosi lungo l’arco della partita.
I primi 45′ sono quasi tutti di marca nerazzurra, ma l’Atalanta pur avendo quasi sempre il pallino del gioco in mano non riesce a sbloccare il risultato, ma quando c’è da marcare gol le sue bocche da fuoco si ritrovano poco cattive sotto porta. Ilicic è ispirato, ma la pioggia bagna la polvere da sparo di cui il talento sloveno era munito pochi giorni fa a Verona, Barrow è egoista, Gomez si conferma poco lucido in fase di ultimo passaggio. Dall’altra parte il Parma non innesca mai Gervinho, Ceravolo è l’unico a provarci con un colpo di tacco sul quale però Berisha è attento.
A centrocampo dominano De Roon e Freuler, mentre il Parma passa gran parte della propria partita schiacciata sulla propria area e commettendo diversi errori in fase di uscita col pallone.

Nel secondo tempo, complice anche la pioggia, sono tanti gli errori tecnici. Soprattutto Gomez sbaglia nei primi 6 minuti 3 palle su 4 toccate.  Poco alla volta però il divario tecnico tra le due squadre aumenta e i padroni di casa prendono il sopravvento. Al 10′ De Roon recupera l’ennesimo pallone di una grande partita, serve Ilicic che tutto solo da posizione centrale carica il tiro, Sepe respinge malamente addosso a Gagliolo: sfortunatissimo autogol del difensore, 1-0 (meritato) per i padroni di casa. La partita si accende, il Parma prova a colpire in contropiede, ma è sempre l’Atalanta, prima con Barrow e poi con Ilicic a sfiorare il raddoppio. Parma in difficoltà continua a perdere palloni nella propria metà campo, con Gervinho che non riesce a tenere un pallone e l’Atalante che si distende sfiorando altre volte il raddoppio: Gomez tira fuori di poco, Ilicic si infrange sul sempre ottimo Sepe. Il raddoppio arriva con uno dei migliori in campo: Palomino. Calcio d’angolo di Gomez, Mancini la spizza di testa e il difensore argentino a porta sguarnita la butta dentro. È il primo gol in stagione dell’Atalanta da calcio d’angolo.
All’80’ è Mancini a regalare un’altra gioia ai padroni di casa. Calcio d’angolo stavolta battuto da Ilicic, il giovane difensore classe ’96 Mancini è lesto di piede a infilare un incolpevole Sepe. Nel finale Ilicic prova a regalarsi una gioia personale, ma il suo tiro si stampa sulla traversa.

L’Atalanta meritatamente conquista i 3 punti e con la seconda vittoria consecutiva inizia a risalire la china portandosi a 12 punti in classifica a -1 proprio dal Parma fin’ora autore di un ottimo campionato, ma al 2° ko in fila dopo quello casalingo contro la Lazio. Bergamaschi trascinati da un grande Ilicic, ospiti oggi probabilmente autori della loro peggiore partita in stagione.

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, Freuler (Pasalic 83′), De Roon, Gosens; Ilicic, Gomez (E.Rigoni 83′); Barrow (Zapata 65′).

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Alves, Gobbi; Rigoni, Stulac (Scozzarella 82′), Barillà (Ciciretti 75′); Gervinho, Ceravolo, Siligardi (Di Gaudio 68′).

Gol: Gagliolo (autogol) 55′, Palomino 72′, Mancini 80′
Ammoniti: Barillà, Gagliolo

 

Articolo precedenteMilan, parla Gattuso in vista della Samp: “Voglio vedere 23 leoni”
Articolo successivoSampdoria, la conferenza di Giampaolo: “Dobbiamo essere ambiziosi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui