ATALANTA MILAN SCAMBIO – Entrambi non hanno mai trovato fortuna nelle loro rispettive avventure, uno all’Atalanta, l’altro al Milan.

Se il primo, Kjaer, nonostante la grande esperienza internazionale maturata negli anni, ha deluso perché mai entrato nel progetto di Gasperini, l’altro, Caldara, a causa di seri problemi fisici, non ha praticamente visto il campo.

Simon Kjaer a inizio campionato pareva un titolare inamovibile. Poi, settimana dopo settimana è finito fuori dal progetto tanto che si era pensato persino alla risoluzione del contratto. “Non è stato il matrimonio perfetto” sostiene il suo agente, e il divorzio oramai è a un passo. Una sola presenza in Champions League, cinque in campionato, dove l’ultima risale addirittura al 30 ottobre: 26′ in campo contro il Napoli. Da lì 3 panchine e 4 tribune e ora la notizia, secondo Tuttosport, che lo vederebbe vicino al Milan, impegnato a rinforzare la difesa.

Mattia Caldara, invece, oltre a essere un lettore di Dostoevskji è un giocatore, in divenire con la lettera maiuscola. I troppi infortuni, però, non gli hanno permesso di esplodere come si credeva. La sua avventura alla Juventus è durata meno dell’incipit di Delitto e Castigo, mentre con il Milan, in una stagione e mezza, le sue presenze non hanno nemmeno bisogno del supporto delle mani per contarle. Zero in campionato, una in Coppa Italia, una in Europa League.

Ma Gasperini, maestro nel rigenerare, lanciare, scoprire lo vorrebbe indietro e l’idea forte di queste ore è un possibile scambio di prestiti tra i due giocatori di Milan e Atalanta.

Articolo precedenteGenoa agente Radu: “Potrebbe tornare all’Inter”
Articolo successivoDe Rossi – Boca, fra qualche ora l’ufficialità [AGGIORNATA]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui